FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Meet the Media Guru a Milano, più di 300 persone per Corey Timpson

Lʼesperto canadese di innovazione culturale ha descritto i musei del futuro: accessibili e digitali grazie all’inclusive design

Meet the Media Guru a Milano, più di 300 persone per Corey Timpson

Più di 300 persone si sono ritrovate alla Triennale di Milano per ascoltare l’intervento di Corey Timpson, protagonista di una conferenza promossa da Meet the Media Guru, la piattaforma leader nel settore della cultura digitale. L'esperto canadese di innovazione culturale ha parlato di musei del futuro. Secondo Timpson devono essere accessibili e digitali grazie all’inclusive design.

“Secondo una ricerca condotta su 40mila persone, i musei sono ritenuti fonti di conoscenza più affidabili delle università”, ha spiegato Timpson, che per 18 anni ha lavorato al museo dei Diritti Umani di Winnipeg dove è anche vicepresidente, e oggi è consulente per istituzioni e musei di tutto il mondo. "Nell’era digitale, i musei non possono restare fermi, ma sono chiamati a rinnovarsi - ha chiarito il 'guru' - Non devono solo conservare il sapere, ma anche trasmetterlo con i mezzi e le risorse della contemporaneità".

Per Timpson, fare innovazione culturale significare potenziare “interattività, collaborazione, esperienzialità, inclusione.” “Interattività non vuol dire solamente far un click sullo schermo: occorre attivare un dialogo con il visitatore per scatenare in lui una vera e propria esperienza”, ha spiegato. Per farlo, bisogna coinvolgere tutti i sensi: chi entra in un museo deve guardare, ma anche ascoltare e persino toccare ciò che si trova davanti.

L’obiettivo finale è includere nell’esperienza qualunque persona, a prescindere dalle barriere di genere, linguistiche o fisiche: chi non vede o non sente deve poter godere della collezione di un museo o del percorso di una mostra nel modo più completo ed efficace possibile. Questo approccio, che Timpson ha definito “inclusive design”, è facilitato grazie al supporto di applicazioni, software e device sofisticati, ma può essere applicato anche in contesti analogici, potenziando l’aspetto emotivo e partecipativo della visita.

La serata con Corey Timpson, patrocinata dal Mibact, è stata ideata e promossa da Meet the Media Guru, piattaforma di incontri sulla cultura digitale diretta da Maria Grazia Mattei, che nel febbraio scorso ha lanciato MEET, centro internazionale per la cultura digitale promosso con Fondazione Cariplo.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali