FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Il Louvre sbarca ad Abu Dhabi: Manet, Leonardo e Van Gogh "in prestito"

Aprirà lʼ11 novembre la succursale di Parigi, costata quasi un miliardo di euro e costruita sull’isola artificiale di Saadiyat

Un museo succursale del Louvre nella capitale degli Emirati Arabi. Succede ad Abu Dhabi dove, dall'11 novembe, sarà possibile ammirare centinaia di opere provenienti dai principali musei del Mondo nella nuova struttura progettata dall'architetto francese Jean Nouvel sull’isola di Saadiyat. I lavori, iniziati nel 2007, sono finora costati un miliardo di euro, di cui circa 400 milioni per l’utilizzo del marchio. Leonardo, Matisse e Van Gogh alcuni degli artisti europei in mostra tra le dune del deserto.

Il Louvre apre ad Abu Dhabi

Il progetto – Definito come una Venezia tra la sabbia, il progetto è nato nel 2005 dopo il viaggio a Parigi del presidente degli Emirati Sheikh Zayed che, rimasto incantato dal museo, decise di costruirne uno simile nella sua terra. Un nuovo polo culturale globale. Oltre al Louvre, infatti, il progetto finale prevede la costruzione di una succursale del Guggenheim di New York, progettata da Frank Gehry, e del nuovo Museo Nazionele Zayed su un disegno di Norman Foster che incoroneranno Abu Dhabi centro del sapere e dell’arte nel mondo.

 La struttura – Costato circa 1 miliardo di euro, Louvre Abu Dhabi è costruito nell’isola artificiale di Saadiyat. Con circa 55 edifici, 23 gallerie permanenti, una superficie di 8.600 mq e una cupola d’argento, lunga 180 m in stile arabeggiante, sarà tra i musei più grossi al mondo. Per l’inaugurazione saranno esposte 600 opere di cui 300 provenienti dalla Francia

La trattativa – In collaborazione con il Ministero francese, l’accordo prevede il noleggio del nome Louvre per la durata di 30 anni, al costo di 400 milioni di euro, e il prestito di opere provenienti da tutti i principali musei nazionale. Sono sorte molte polemiche sulla costruzione di una succursale del Louvre soprattutto in terra francese dove alcuni critici dell'arte hanno definito il progetto come un “parco a pagamento” servito per rimpolpare le casse del ministero della Cultura.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali