FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Diabolik, 55 anni di storia e il numero 850 in edicola

Si intitola "Sulle tracce di Eva" il titolo 850

Più di 55 anni di successi, 850 numeri pubblicati, 3 milioni di copie vendute all'anno Diabolik festeggia il nuovo numero in uscita con una storia speciale, in edicola dal primo dicembre dal titolo "Sulle tracce di Eva" e una mostra dedicata al suo disegnatore Enzo Facciolo, in programma a Bergamo fino al 26 di gennaio alla 255  Raw Gallery

Diabolik festeggia 850 numeri con una mostra dedicata a Bergamo

Alcune delle tavole in esposizione alla mostra Diabolika Mano di Bergamo dedicata al celebre fumetto

leggi tutto

Un successo che, come ha commentato Mario Gomboli, direttore di Astorina, casa editrice del fumetto, non sente la vecchiaia. "Se Diabolik è arrivato sin qui, non vedo il motivo per cui dovrebbe fermarsi. E poi le sfide sono la sua ragion d'essere". La crisi del settore ha ridotto le vendite, ma sono ancora tantissimi gli appassionati che corrono in edicola ogni mese. "Abbiamo una significativa percentuale di lettori e lettrici, giovani e giovanissimi, che hanno scoperto che quel personaggio amato dai genitori poteva affascinare anche loro. Uno zoccolo duro fedele quanto critico".

Il suo segreto passa anche dalla capacità di realizzare nuove iniziative collegate come la raccolta di figurine Panini o il volume speciale Diabolik fuori dagli schemi che raccoglie storie brevi disegnate dai maestri del fumetto italiano. Una storia che si rinnova sempre, senza perdere di vista la sua origine. Nel numero 850 ritroviamo infatti una storica firma della testata, Patricia Martinelli, direttrice del fumetto negli anni Novanta.

Anche la mostra in programma a Bergamo ripercorre le tappe degli ultimi cinquant'anni del fumetto. Era l'ottobre 1963 quando un giovane Enzo Facciolo disegna per la prima volta Diabolik nel numero L'impiccato. Se le sorelle Giussani sono  le sue mamme, il disegnatore milanese è sicuramente il padre. Per questo motivo è stata realizzata a Bergamo la mostra Diabolika Mano, in programma fino al 26 gennaio, alla 255 Raw Gallery, che espone una serie di tavole e disegni originali per raccontare i cinquant'anni del rapporto tra Facciolo e il re del terrore, che finora ha  firmato circa 200 episodi, cartoline, poster, calendari, quadri e sculture di ogni tipo. 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali