FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Piadina romagnola

Piadina romagnola
  • DIFFICOLTA" media
  • PREPARAZIONE 30'
  • PORZIONI 6 piadine

La piadina è una preparazione di base tipica dell’Emilia Romagna e un’ottima base per gustare gli ingredienti che più si preferiscono. Potete farcirla con salumi e formaggi, con le verdure, la carne e, perché no, con qualche dolce crema spalmabile. Come da tradizione, io ho utilizzato lo strutto ma, se non vi piace o non riuscite a reperirlo, potrete servirvi dell’olio.

INGREDIENTI

  • farina600 g
  • strutto80 g
  • bicarbonato1 cucchiaino
  • saleun pizzico
  • acqua150 ml
  • latte150 ml

PROCEDIMENTO

Impastate in una ciotola la farina e lo strutto, aggiungete il sale, il bicarbonato e l’acqua tiepida. Fate amalgamare il tutto nel mixer per qualche minuto, dopodiché trasferite l’impasto su un piano di lavoro e continuate a lavorarlo a mano.

Formate un panetto e lasciatelo riposare per circa mezz’ora coperto da un canovaccio pulito. Trascorso il tempo necessario, dividete l’impasto in 6 pezzi uguali, schiacciateli con la mano e stendeteli con il matterello fino ad ottenere una sfoglia spessa un paio di millimetri.

Con uno stampo o un piatto, ricavate un cerchio del diametro di 22 o 24 cm. Scaldate una padella o una piastra dello stesso spessore, adagiatevi la piadina e fate cuocere per qualche minuto da entrambi i lati a fuoco vivo.

Bucate la pasta con una forchetta per evitare che si formino della bolle d’aria troppo grosse.

Lo sapevate che...

Conservate le piadine in frigofero, chiuse in un sacchetto di plastica, e riscaldatele prima di mangiarle.