FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

I millennials scelgono la tradizione: piatto preferito è la lasagna

Un interessante primato, frutto di una ricerca Doxa, da cui nasce un vademecum a cura di Aidepi per scoprire storia, tradizione e modi di preparazione di un classico della cucina italiana

Il Carnevale Ambrosiano è ancora in corso possiamo quindi approfittarne per continuare a gustare i piatti tipici di questo periodo di festa. Regina indiscussa delle tavole carnevalesche è la lasagna che si posiziona, forse a sorpresa, al primo posto nella lista dei cibi a base di pasta preferiti dai millennials, i giovani under 35, battendo i pilastri della tradizione quali la carbonara, gli spaghetti con le vongole e la pasta al pomodoro. Un primato che nasce dal risultato di una ricerca dell’Osservatorio Doxa-Aidepi e proprio l’Associazione delle Industrie del Dolce e della Pasta Italiane dedica alla lasagna una guida per orientarsi in questo variegato mondo di sapori e tradizioni.

La lasagna è il piatto preferito dai millennials

Le lasagne: tante preparazioni, una sola delizia

leggi tutto

Protagonista incontrastata delle feste in famiglia e del classico pranzo domenicale, la lasagna è un must della tradizione culinaria italiana, le cui origini risalgono all’antica Roma. Conosciuta come lagane, erano strisce di pasta stese a mano fatte con farina di grano tenero (a Nord) o semola di grano duro (al Sud), fritte o cotte al forno. Con il passare dei secoli i gusti popolari hanno portato alla lasagna bollita in brodo di carne e acqua, condita con abbondante formaggio oppure servita con zucchero e cannella per assecondare i gusti e le stravaganze delle corti più raffinate. La versione giunta fino a noi nasce dall’incontro di più culture gastronomiche. Le città di Napoli e Bologna si contendono da sempre i natali della ricetta: da un lato la lasagna bolognese con sfoglia di pasta all’uovo, ragù alla Bolognese, Parmigiano Reggiano, besciamella e burro; dall’altra la versione napoletana con sfoglia bianca, ragù al pomodoro, polpette, ricotta vaccina, provola, pecorino. Una sfaccettatura tipicamente partenopea è quella di Carnevale, quando la lasagna diventa trasgressiva ed esagerata, quasi a voler esorcizzare miseria e gerarchie sociali almeno per un giorno.  

La lasagna è quindi parte integrante della nostra tradizione e, a prescindere dalla variante seguita, è un piatto irrinunciabile: ogni famiglia ha la propria ricetta, ognuno ritrova nel suo inconfondibile profumo un ricordo di casa e d’infanzia ed è forse proprio per questo che è un piatto intramontabile. Rivisitata in ogni angolo d’Italia, sia per quanto riguarda il formato di pasta da utilizzare sia sul lato dei condimenti, la pasta al forno rimane al passo con i tempi e strizza l’occhio alle nuove tendenze culinarie. Oltre l’utilizzo della farina integrale o senza glutine, assistiamo a continue rivisitazioni in chiave light che alleggeriscono le ricette tradizionali, prevedendo per esempio la sostituzione dell’olio d’oliva al burro o l’impiego di besciamella vegetariana.  

Come sottolinea il vademecum stilato da Aidepi, la lasagna non è solo una prelibatezza per il palato, ma è anche ecologica. Nata come piatto di recupero, rappresenta un’ottima soluzione per far fronte all’incredibile scarto di cibo che porta ogni italiano a sprecare ogni anno 145 kg di alimenti. E gli italiani lo sanno bene, dal momento che sulla totalità del cibo sprecato, la pasta rappresenta una piccola percentuale pari al 3,5 %, segno che questa è il prodotto ideale per una teglia “svuotafrigo”. Nella guida non mancano ovviamente consigli su come cucinare la perfetta pasta al forno e gli errori da non fare, come per esempio suggerimenti su come ridurre il rischio di seccare la pasta, pareri che guidano nella scelta dei condimenti più adatti e accorgimenti sul tempo e sulle modalità di cottura.  

Non resta che sperimentare nel solco di una tradizione secolare che persegue nuove vie innovative alla ricerca dei gusti e sapori perfetti per un piatto che non teme il passare del tempo.  

Per informazioni: AIDEPI - Associazione delle Industrie del Dolce e della Pasta Italiane - Mail: aidepi@aidepi.it; www.aidepi.it 

Di Indira Fassioni www.nerospinto.it

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali