FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

> Tgcom24 > Cronaca > Lombardia > Nasa, satellite precipitato sul PacificoNessun rischio per Italia ed Europa
24.9.2011

Nasa, satellite precipitato sul Pacifico
Nessun rischio per Italia ed Europa

Lo Uars ha rallentato la sua corsa e ha cambiato completamente rotta nelle ultime ora. Fuori pericolo l'Europa

16:16 - Il satellite americano Uars è rientrato nell'atmosfera terrestre in una zona che si trova sull'oceano Pacifico, risparmiando l'Italia e l'Europa. Al termine di una notte durante la quale il satellite aveva improvvisamente cambiato rotta, alle prime ore del mattino è precipitato sull'oceano Pacifico, forse distruggendosi completamente nell'impatto con l'atmosfera terrestre.
La conferma dell'avvenuto rientro è arrivata ufficialmente dalla Nasa e dal Centro Interforze per le Operazioni Spaziali della base californiana di Vandenberg, che ha individuato l'ora del rientro fra le 5,23 e 7.09 di questa mattina (ora italiana). Intorno la mezzanotte il cambio di traiettoria del satellite, che aveva rallentato la sua discesa, modificando le ipotesi sulla zona di atterraggio. Escluso da subito il pericolo che potesse cadere sull'Italia e sull'Europa, i detriti hanno virato verso il Canada, l'Africa, e vaste zone degli oceani Atlantico e Indiano.

"L'ultimo aggiornamento della Nasa, nella notte, dava un margine di 12 ore, invece il satellite è rientrato sensibilmente prima, a testimonianza della difficoltà di calcolare traiettorie di questo tipo", ha osservato l'astrofisico Gianluca Masi, del Planetario di Roma e responsabile del Virtual Telescope. A influire sulla grande variabilità nella dinamica di rientro nell'atmosfera del satellite sono stati molto probabilmente cambiamenti avvenuti nell'atmosfera, ma è anche possibile che la perdita di un solo frammento, durante la discesa, possa avere influenzato in modo significativo l'assetto del satellite.

L'Uars ha misurato per anni i livelli di ozono e altri dati meteorologici degli strati superiori dell'atmosfera: fuori servizio dal 2005, da allora ha continuato ad orbitare perdendo progressivamente quota. E' uno dei circa 22mila - di cui appena 900 satelliti ancora integri, di cui solo 380 funzionanti - oggetti che costituiscono la 'spazzatura spaziale' attorno al nostro pianeta.
OkNotizie
 
Le notizie del giorno
 
 
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile