FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Perugia, uccide i due figli di 9 e 13 anni e si suicida gettandosi in un pozzo

Tragedia familiare a Vaiano, dove un 58enne ha accoltellato a morte i suoi due bambini, un maschio e una femmina. A dare lʼallarme è stata la mamma

Perugia, uccide i due figli di 9 e 13 anni e si suicida gettandosi in un pozzo

Ha ucciso i suoi due figli di 9 e 13 anni, Giulia e Hubert, e poi si è gettato in un pozzo, nel cortile dietro la sua casa. La tragedia è avvenuta a Vaiano, una frazione di Castiglione del Lago (Perugia). L'uomo, 58 anni, ha accoltellato alla gola i due ragazzini e ferito la moglie prima di suicidarsi. A dare l'allarme è stata la mamma dei bambini, che è riuscita a salvarsi rifugiandosi dai vicini di casa.

Perugia, uccide i due figli di 9 e 13 anni e si suicida gettandosi in un pozzo

Prima di uccidersi l'uomo, Maurilio Palmerini, avrebbe urlato: "Vi rendete conto che cosa ho fatto ai miei bambini? Ora mi butto".

L'omicidio dei figli e la fuga della moglie - I carabinieri di Città della Pieve hanno sequestrato il coltello, ritenuto l'arma del duplice omicidio: il maschietto, Hubert, sarebbe stato colpito quando era ancora in camera da letto, la sua sorellina, Giulia, nella sala da pranzo. La mamma, Caterina, 47 anni, di origine polacca, è riuscita a fuggire in casa della vicina, dopo che il marito aveva tentato di accoltellarla e da lì ha chiamato i soccorsi.

All'arrivo dei soccorsi l'uomo si è buttato nel pozzo - In pochi minuti sono arrivati sul posto una pattuglia dei carabinieri e, dalla vicina Castiglione del Lago, un'ambulanza del 118. Maurilio Palmerini era nei pressi del pozzo e a nulla sono valsi i tentativi dei soccorritori di evitare che si gettasse di sotto. Il medico del 118 ha constatato la morte dei due figli della coppia. Poi sono intervenuti i pompieri per tirare su dal pozzo il cadavere di Palmerini.

Forse la depressione alla base della tragedia - Nulla ancora trapela sulle motivazioni del gesto dell'uomo, attualmente disoccupato e definito da chi lo conosceva "una persona perbene". Forse la causa della tragedia deve essere ricercata nello stato depressivo di cui soffriva negli ultimi tempi, come ha riferito una vicina di casa.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali