FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Perugia, il Fisco "contro" un bambino di 8 anni: deve pagare la Tari 2016 per 338 euro

Allʼorigine dellʼerrore ci sarebbe un caso di omonimia

Il Comune di Città della Pieve, in provincia di Perugia, ha inviato un avviso di pagamento Tari 2016 a un bambino di soli otto anni. Il piccolo dovrebbe versare l'importo di 338 euro in quattro comode rate. La madre è rimasta sotto choc quando ha ricevuto la comunicazione postale: "Il 16 è arrivata una busta con scritto 'Tari', a nome di mio figlio. Sono rimasta veramente stupita, sbalordita da questa cosa", racconta la donna ai microfoni di Tgcom24.

La madre ha così chiesto spiegazioni al comune di Città della Pieve che si è scusato dicendo che nel territorio risiede un altro contribuente con lo stesso nome del bambino. Anche l'utenza a cui si riferiva l'avviso di pagamento era sbagliata. Racconta la signora: "E' già qualche anno che noi non viviamo più lì. Non ci abita né mio figlio e né l'omonimo".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali