FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Pisa, attore resta strangolato durante una scena di impiccagione: ricoverato, è grave

Eʼ accaduto al teatro Lux, posto sotto sequestro. A dare lʼallarme una spettatrice. Gli inquirenti seguono sia la pista dellʼincidente sia quella del tentato suicidio, ma la seconda ipotesi non convince

Pisa, attore resta strangolato durante una scena di impiccagione: ricoverato, è grave

Un giovane attore, Raphael Schumacher, lotta tra la vita e la morte nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale di Pisa dopo essere rimasto strangolato durante una scena di impiccagione in uno spettacolo al teatro Lux. A dare l'allarme, intorno alla mezzanotte e mezzo di sabato, è stata una spettatrice, neolaureata in medicina. La donna si è accorta che l'attore si trovava realmente in stato di anossia almeno da qualche minuto.

Pisa, attore resta strangolato durante una scena di impiccagione: ricoverato, è grave

Il volto era coperto da una maschera, ma il corpo tremante l'ha convinta a intervenire. Dopo aver dato l'allarme, ha adagiato il corpo a terra e ha chiamato il 118 che ha immediatamente trasferito il ragazzo, già privo di coscienza, in ospedale.

L'attore è in coma e le sue condizioni sono giudicate gravissime dai medici del reparto di rianimazione dove è ricoverato dalla notte scorsa.

Quando è avvenuto l'incidente nel teatro si stavano svolgendo sei diversi spettacoli in altrettante sale di rappresentazione per un evento collettivo intitolato "Miraggi. Una notte al Lux", che era iniziato alle 22.30 e sarebbe proseguito fino all'alba.

Incidente in scena? - Sono l'incidente e il tentato suicidio in scena le ipotesi su cui stanno indagando gli inquirenti per fare luce sulle cause dell'incidente occorso al 27 anni di Brunate (Como). Dopo il sopralluogo della polizia, però, si fa sempre più lontana l'ipotesi del tentato suicidio. Secondo i primi rilievi infatti l'allestimento nel teatro non rispettava i requisiti previsti dalla normativa vigente sul rispetto della sicurezza nei luoghi di lavoro. I presenti (alcune decine di persone tra pubblico e protagonisti degli spettacoli) sono stati interrogati, mentre è stato accertato che l'attore ricoverato aveva deciso di "mettere in scena un suicidio". La performance del giovane si svolgeva nel giardino interno del teatro dove era stata sistemata la corda attorno a un fico con un cubo sopra il quale appoggiare i piedi.

La madre esclude il tentato suicidio - "Mio figlio era sereno e dunque escludo che abbia tentato di uccidersi mentre era in scena". Lo ha detto la madre di Schumacher prima di aggiungere: "Mi piacerebbe incontrare la ragazza che lo ha salvato, vorrei ringraziarla per la sua prontezza".

Teatro sotto sequestro - La polizia ha posto sotto sequestro la sala dell'incidente. Il teatro, come si legge sullo stesso sito internet della struttura, è situato all'interno dell'antico complesso ecclesiastico di cui fa parte anche la chiesa di Santa Caterina D'Alessandria, nel centro di Pisa. Sempre sul sito si spiega che a gestirlo è l'associazione The Thing, un gruppo di ragazzi "che da qualche anno organizza concerti, reading, proiezioni, spettacoli a Pisa e in provincia".

Gli agenti della mobile stanno sentendo più persone possibili, non solo tra i presenti ma anche amici e familiari del giovane per ricostruire la sua vita e scoprire un eventuale disagio. Al momento si sa solo che recentemente aveva perso il padre.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali