FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Tasse troppo alte allʼuniversità, dopo la sentenza via ai primi rimborsi

Per il Consiglio di Stato non possono essere superiori al 20% del Fondo di finanziamento ordinario. Pavia tra le prime a pagare

Tasse troppo alte all'università, dopo la sentenza via ai primi rimborsi

Gli studenti dell’Università di Pavia, che hanno vinto il ricorso con l’Ateneo per l’eccessivo esborso delle tasse negli anni 2010, 2011, 2012, saranno i primi ad essere rimborsati. Proprio in questi giorni sono stati staccati i primi assegni. Oltre 8 milioni di euro che l'Ateneo restituirà per illegittima contribuzione.

La sentenza - Il Consiglio di Stato aveva stabilito che l’introito totale delle tasse richieste dall’Università non poteva superare il 20% del finanziamento ricevuto dal Fondo Universitario. Inoltre, si affermava che la modifica della formula introdotta con il governo Monti nel 2012 per calcorare il pagamento delle tasse e che prevedeva l’esclusione degli studenti fuoricorso dal conteggio non aveva valore retroattivo.

Circa 20 mila studenti dell'Università di Pavia saranno rimborsati, ma si calcola che gli atenei italiani fuori norma siano 35 su 62. Dopo la riforma Monti la tassazione media italiana era notevolmente aumentata: per ogni studente era passata da 980,81 euro del 2012 a 1052,86 nel 2014: un incremento che ha provocato l’ingente crollo degli iscritti, come denunciato da alcuni studenti.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali