FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Studenti in piazza contro il sistema scuola-lavoro: "Sfruttamento" | Scontri tra i ragazzi e la polizia a Palermo

Tensioni anche a Roma e Milano. I giovani indossano le tute blu per denunciare la loro condizione di "merce nelle mani delle aziende": "Siamo manodopera a basso costo"

Studenti in piazza per una mobilitazione che coinvolge associazioni e collettivi. Tra i motivi della protesta, le derive dell'alternanza scuola-lavoro, ma anche le scarse risorse per l'istruzione pubblica e le condizioni dell'edilizia. In 70 città molti ragazzi si presentano in "tuta blu" per protestare contro lo sfruttamento e per un'alternanza di qualità. Scontri con la polizia davanti al McDonald a Palermo. Tensioni nei cortei di Milano e Roma.

"Cambiare la scuola", gli studenti in piazza contro le politiche del governo

Da Genova a Messina, da Trieste ad Agrigento, da Milano a Roma, studenti di università e superiori sono scesi in piazza per manifestare contro "la scuola dei padroni". Tutti contestano l'alternanza scuola-lavoro, definita "uno sfruttamento del nostro lavoro".

leggi tutto

Scontro studenti-polizia davanti al McDonald a Palermo - Scontri tra studenti e polizia davanti al McDonald in piazza Castelnuovo a Palermo dove è stato attuato un sit in di un gruppo di studenti, non autorizzato, nell'ambito della protesta "contro le politiche predatorie del governo". Due giovani sono stati fermati e rilasciati subito dopo. La protesta indetta "contro il sistema dell'alternanza scuola lavoro, che spinge i giovani a lavorare dentro le multinazionali a titolo totalmente gratuito". Secondo gli studenti i "tirocini al McDonald non sono formativi, sono solo sfruttamento".

Unione studenti: "Basta fotocopie" - Nei percorsi professionali bisognerebbe applicare ciò che si studia alla pratica mentre dopo l'accordo stipulato dal Miur con le grandi aziende l'alternanza studio-lavoro ha riguardato lo sfruttamento degli studenti che si sono trovati a fare fotocopie, friggere patatine o sistemare indumenti. E' la denuncia dell'Unione degli studenti che accusa: "Dalla gratuità dei percorsi alla qualità della formazione in alternanza, abbiamo tutto da ripensare e ricostruire, la vera alternanza scuola lavoro non è asservita alle logiche e agli interessi del mercato del lavoro e non si vende ai privati né ancor meno alle multinazionali: dopo l'accordo stipulato dal Miur con i "grandi campioni d'alternanza" siamo andati a friggere patatine al Mc Donald's, a sistemare indumenti a Zara, a fare fotocopie alla Banca d'Italia. L'alternanza scuola lavoro è una metodologia didattica che lega il saper al saper fare, l'intelligenza teorica all`intelligenza pratica, che fa davvero da ponte tra ciò che studiamo a scuola e ciò che andremo a praticare nei luoghi di lavoro".

Contro l'alternanza scuola-lavoro - "Questo è il primo sciopero contro l'alternanza scuola lavoro - dice Francesca Picci, coordinatrice nazionale dell'Unione studenti -. Chiediamo al ministero dell'Istruzione che fine abbia fatto lo statuto delle studentesse e degli studenti in alternanza scuola-lavoro e il codice etico per le aziende. Siamo stanchi di aspettare. Viviamo sulla nostra pelle i disagi di questo modello di alternanza scuola-lavoro, noi siamo studenti, non merce nelle mani delle aziende".

Tirocini-sfruttamento - In piazza ci saranno anche gli universitari per denunciare i mali dei tirocini-fruttamento. "Siamo stanchi di vedere i nostri percorsi di studi degradati a manodopera a basso costo per enti, privati e imprese - spiega Andrea Torti, coordinatore nazionale di Link Coordinamento universitario -. Con la campagna Formazione precaria abbiamo lanciato un'inchiesta, con lo scopo di portare alla luce lo sfruttamento nei percorsi accademici".

Le richieste degli studenti - Servono maggiori risorse per istruzione e ricerca, dice Martina Carpani, coordinatrice nazionale di Rete della conoscenza, che aggiunge: "La scuola e l'università non devono essere asservite al profitto degli sfruttatori, semmai devono cambiare il mondo del lavoro. L'istruzione deve essere garantita a tutti abolendo il numero chiuso all'università e istituendo il reddito di formazione universale".

Tensioni a Milano - A Milano, una ventina di giovani con il volto coperto hanno imbrattato, con spray e farina la saracinesca del circolo del Pd "Aldo Aniasi" di corso Garibaldi. Sul posto sono intervenuti i carabinieri. La scritta riporta la frase "nemici di lavoratori e studenti" in rosso sulla saracinesca. Uova, pomodori, vernice e fumogeni sono stati lanciati contro il McDonald's di piazza XXIV Maggio. Imbrattato anche l'ingresso della Camera di commercio di via Meravigli.

Denunciata aggressione a Roma - Gli studenti aderenti alle manifestazioni di Roma hanno denunciato un'aggressione "fascista" subita davanti al liceo Russell, dove "un gruppo di 20 ragazzi, aderenti a Lotta Studentesca, la struttura giovanile di Forza Nuova, si è scagliato con violenza contro i manifestanti, strappando manifesti e striscioni". Un ragazzo sarebbe stato colpito al volto.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali