FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Centro Italia, la solidarietà degli italiani: 6 milioni in vacanza nelle zone colpite dal terremoto

A rivelarlo è un’indagine svolta dalla Coldiretti e dall’istituto Ixè

Centro Italia, la solidarietà degli italiani: 6 milioni in vacanza nelle zone colpite dal terremoto

Circa sei milioni di italiani hanno deciso di recarsi nelle zone del centro Italia colpite dal terremoto per trascorrere qualche giorno di vacanza o per fare una breve visita. E’ questa la buona notizia che emerge da un’indagine Coldiretti/Ixè presentata durante l’incontro, tenutosi ad Amatrice, con centinaia di agricoltori. A quasi un anno di distanza dalle prime scosse, dunque, nell’area colpita dal sisma si intravedono i primi segnali di ripresa economica grazie al turismo.

Per l'associazione degli agricoltori è "un segnale importante che si è manifestato anche con dimostrazioni concrete di solidarietà da parte di clienti storici e non negli agriturismi e nelle altre strutture ricettive e di ristorazione".  Secondo i dati del report "il 32% dei turisti ha scelto di rimanere" nelle zone colpite dal terremoto "per uno o due giorni, il 27% per tre o quattro giorni, il 14% per cinque o sei giorni e il 16% per una settimana o più; mentre l’11% dei visitatori ha deciso di non pernottare".

"La situazione resta però difficile", spiega la Coldiretti. "Le presenze sono ben al di sotto degli anni precedenti il sisma. A pesare è l’abbandono forzato delle popolazioni, che ha fatto venire meno la clientela, mettendo in grave difficoltà le aziende agricole che non hanno più mercato locale per i propri prodotti".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali