FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Palermo, disoccupato tenta di farsi arrestare per vincere la sua dipendenza dal gioco dʼazzardo

Lʼuomo si è schiantato con la sua auto contro le vetture di due carabinieri. Davanti al giudice ha ammesso di aver compiuto il gesto nella speranza di finire in cella e poter sconfiggere così la ludopatia

Ha provocato un incidente nella speranza di finire in cella come estremo tentativo per vincere la sua lotta al gioco d'azzardo. E' successo a Monreale, in provincia di Palermo, dove un disoccupato 48enne affetto da ludopatia, lunedì sera, si è scagliato con la sua auto contro le macchine di servizio dei carabinieri della stazione di Grisì, nelle periferia del comune siciliano. Dopo aver tentato la strada fallimentare della medicine e della psicologia, ha tentato di finire in carcere come ultimo tentativo per smettere.

Nel corso dell'udienza di convalida davanti al giudice del Tribunale di Palermo, il disoccupato, nato in Germania, ha raccontato di essere un giocatore compulsivo e ha aggiunto di sperare con l'arresto di potere uscire da quel tunnel che gli ha procurato negli ultimi cinque anni perdite per circa 200mila euro.

Le immagini del servizio di sorveglianza installate nella zona della stazione hanno confermato il danneggiamento volontario. Il veicolo è risultato sottoposto a sequestro penale e amministrativo e privo di assicurazione. Ma il disperato tentativo non è servito a nulla: dopo la convalida del provvedimento di arresto da parte del giudice l'uomo è stato rimesso in libertà.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali