FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Enna, commerciante dʼauto 48enne ucciso davanti a casa

Filippo Marchì, sposato e padre di due figlie, è stato finito con un colpo dʼarma da fuoco in pieno volto che gli ha sfigurato il viso. Una modalità che fa propendere gli investigatori per la pista mafiosa

Enna, commerciante d'auto 48enne ucciso davanti a casa

Un commerciante di auto 48enne di Barrafranca, nell'Ennese, è stato ucciso a colpi d'arma da fuoco mentre lavava l'auto nel terreno antistante la propria abitazione. L'uomo, Filippo Marchì, sposato e padre di due figlie, 10 anni fa era stato definitivamente assolto da un'accusa di omicidio: per questo aveva ottenuto dal ministero un risarcimento di oltre mezzo milione di euro per ingiusta detenzione.

Dopo essere stato raggiunto da alcuni proiettili, l'uomo è stato finito con un colpo d'arma da fuoco in pieno volto che gli ha sfigurato il viso. A dare l'allarme la moglie e la figlia della vittima che hanno sentito gli spari. Una modalità che fa propendere gli investigatori per la pista mafiosa.

Sedici anni fa Marchì fu accusato di avere ucciso un imprenditore del settore movimento terra a Barrafranca, trovato morto in auto sulla strada provinciale Enna-Barrafranca. Quel delitto del 2001 è rimasto irrisolto.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali