FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Taranto, spari in strada: morto pregiudicato Feriti due passanti, fermati due fratelli

Bersaglio dellʼagguato nel rione Salinella il 32enne Giuseppe Axo. Sullʼasfalto la polizia ha rinvenuto almeno dodici bossoli

Taranto, spari in strada: morto pregiudicato Feriti due passanti, fermati due fratelli

E' di un morto e di due feriti il bilancio di una sparatoria avvenuta nel rione Salinella a Taranto. I killer hanno fatto fuoco contro Giuseppe Axo, pregiudicato di 32 anni, morto poco dopo l'arrivo dei soccorsi. Feriti anche due passanti, Leonzio Fontana e Tiziana Galileo, che si trovavano per caso nel luogo dell'agguato. Nella notte la polizia ha fermato due fratelli, Antonio e Francesco Bruno.

Taranto, spari in strada: morto pregiudicato Feriti due passanti, fermati due fratelli

I due sospettati sono stati interrogati a lungo in questura dal procuratore aggiunto Pietro Argentino e dal pubblico ministero Maurizio Carbone. Dalle indagini è emerso che Axo aveva litigato in più occasioni negli ultimi giorni con i due fratelli e i contendenti erano venuti anche alle mani. Questo sarebbe stato il motivo scatenante, ma proseguono gli accertamenti per stabilire se dietro ci siano anche contrasti legati alla gestione di attività illecite.

Intanto migliorano le condizioni dei due passanti rimasti feriti in modo non grave.

Al momento della sparatoria, Giuseppe Axo era a bordo della sua auto, quando ha visto i sicari che gli puntavano contro la pistola. A quel punto l'uomo ha tentato la fuga, ma è stato raggiunto dopo una cinquantina di metri e non ha avuto scampo. Il Pronto soccorso dell'ospedale è stato preso letteralmente d'assalto da decine di famigliari e conoscenti della vittima.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali