FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Torino, entra in un bar con la sigaretta accesa: 69enne ucciso di botte

Il presunto assassino, il 62enne Vito Salvatore Di Dia, è scappato ma è stato rintracciato dai carabinieri, che lo hanno arrestato

Torino, entra in un bar con la sigaretta accesa: 69enne ucciso di botte

Il cliente di un bar ha ucciso un altro cliente a Torino, durante una lite per una sigaretta. Per l'omicidio i carabinieri hanno arrestato Vito Salvatore Di Dia, 62 anni. La vittima è Raffaele Carretta, 69 anni. L'assassino si era allontanato dopo l'accaduto ed è stato rintracciato poche ore dopo. La vittima era entrata nel locale con la sigaretta accesa ed era stato apostrofato da Di Dia. Poi la lite, trasformatasi in tragedia.

Torino, entra in un bar con la sigaretta accesa: 69enne ucciso di botte

Carretta è stato soccorso dal 118 ma è deceduto nel corso dell'intervento di rianimazione. Di Dia è stato invece rintracciato dai carabinieri poche ore dopo: era rientrato a casa. L'inchiesta è coordinata dal pm Valerio Longi.

La dinamica - Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, Di Dia, pensionato, stava giocando a carte con amici quando la vittima è entrata nel locale fumando. Il 62enne lo ha apostrofato chiedendogli di allontanarsi immediatamente dal locale. Carretta dapprima è uscito a fumare, poi, sostenendo di avere visto altre persone fumare nel bar, è rientrato. E' così nata la violenta lite costata la vita al 69enne, anch'egli pensionato.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali