FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Pesaro Urbino, rimproverata al ristorante dopo una crisi epilettica: "La gente come voi deve mangiare a casa"

"Purtroppo, non si tratta di un caso isolato ma di uno degli ancora numerosi episodi di discriminazione", ha dichiarato Rosa Cervellione, presidente della Federazione Italiana Epilessie

Pesaro Urbino, rimproverata al ristorante dopo una crisi epilettica: "La gente come voi deve mangiare a casa"

Stava mangiando in un ristorante sul lungomare e, ancor prima di iniziare la pizza, una donna di 47 anni ha avuto una crisi epilettica, risolta spontaneamente nel giro di pochi minuti. Ma la titolare del locale non ha gradito e, mentre il marito della 47enne pagava il conto, ha detto: “La gente come loro dovrebbe mangiare la pizza a casa”. Non solo. Ha anche rimproverato la donna, dicendole di aver spaventato la clientela. È successo a Marotta di Fiano, in provincia di Pesaro Urbino. Lo riporta Il Resto del Carlino. A segnalare il caso la Federazione Italiana Epilessie (Fie).

Secondo la coppia, i clienti non si sono assolutamente spaventati. Anzi, alcuni si sono alzati per offrire il loro aiuto. "Purtroppo, non si tratta di un caso isolato ma di uno degli ancora numerosi episodi in cui persone con epilessia sono vittime di discriminazione, conseguenza dello stigma che grava su di loro a causa della malattia e della sua scarsa conoscenza", ha spiegato Rosa Cervellione, presidente della Federazione Italiana Epilessie.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali