FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Fabrizio Corona, lʼavvocato: "Resta in carcere" | Niente sciopero della fame

"Eʼ abbattuto e arrabbiato perché questo non se lʼaspettava", ha spiegato il legale. Dietrofront sulla protesta: "Sarebbe irrispettosa"

Fabrizio Corona,  l'avvocato: "Resta in carcere" | Niente sciopero della fame

Fabrizio Corona resterà in carcere. Lo ha annunciato il suo avvocato difensore, Ivano Chiesa, ai microfoni di  Mattino Cinque. "Tutti quanti ci aspettavamo che Fabrizio potesse tornare a casa dopo la sentenza positiva a suo favore o almeno che potesse andare ai servizi in comunità", ha affermato il legale. Il magistrato di sorveglianza di Milano ha però respinto la richiesta. "Siamo tutti senza parole e sotto shock", ha aggiunto Chiesa.

Giudice: "Ancora pericoloso" - Per il giudice del Tribunale di Sorveglianza di Milano, Beatrice Crosti, Corona deve dunque rimanere in carcere. Ci sono "concreti elementi" che testimoniano la "attuale pericolosità sociale" di Corona che, quando era in affidamento in prova sul territorio, ha commesso "plurime violazioni delle prescrizioni", come quando nel gennaio del 2016 è stato controllato in auto dalla polizia stradale di Trani mentre era "in compagnia di pregiudicati", ha scritto il giudice nel provvedimento con cui ha respinto la "richiesta di applicazione dell'affidamento terapeutico in via provvisoria" in una comunità nel Bresciano, presentata dalla difesa dell'ex agente fotografico.

Nell'atto il magistrato, oltre alla condanna che gli è stata inflitta tre mesi fa a un anno per un reato fiscale e ad altre violazioni durante l'affidamento come essere stato beccato in moto "senza patente" ed essere andato in vacanza a Capri con la fidanzata nel maggio 2016 senza autorizzazione (uscirono foto sui media), fa riferimento anche alle "assenze del Corona ai colloqui" al Sert "e ai controlli tossicologici". "Mi hanno detto che l'istanza di scarcerazione che abbiamo presentato è prematura. Ricordo che Fabrizio è in carcere da un anno gratis e per niente. Altro che prematura", ha dichiarato l'avvocato Chiesa.

Corona: "Rinuncio allo sciopero della fame" - Il legale ha parlato anche delle condizioni del suo assistito: "Fabrizio è abbattuto e arrabbiato perché questo non se l'aspettava". Corona ha anche pensato di iniziare uno sciopero della fame come forma di protesta, ma poi ha deciso di rinunciare. Ha preso consapevolezza del fatto che lo sciopero della fame non sarebbe una soluzione né "funzionale", né "utile" e soprattutto non sarebbe "rispettosa" delle persone che lavorano nel carcere e che si occupano di lui da tempo e degli altri detenuti. Corona, infatti, "non vuole mettere in difficoltà" gli operatori di San Vittore.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali