FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Migranti, Save the Children: "In Italia 2.400 minori soli irreperibili"

Nel 2017 bimbi e ragazzini non accompagnati sono stati 18.300, di cui quasi la metà in Sicilia (43%) e solo il 3% in affido

Nel 2017 sono stati 18.300 i minori soli ospitati dal sistema di accoglienza in Italia, dei quali 2.400 irreperibili e quasi la metà in Sicilia (43%). Lo riferisce Save the Children in un rapporto sull'immigrazione diffuso in vista della Giornata mondiale del rifugiato, che si celebra il 20 giugno. Secondo l'Ong, i minori stranieri non accompagnati rappresentano "una presenza costante e significativa sul totale degli arrivi via mare in Italia".

La percentuale di bimbi e ragazzini soli giunti nel nostro Paese, di cui solo il 3% è andato in affido, ha superato il 13% nel 2016 e 2017 ed è salita fino al 15% nel 2018 (2.171 su 14.330 persone sbarcate fino all'11 giugno 2018). L'83,7% ha 16-17 anni, ma si contano ancheo gruppi particolarmente vulnerabili come i giovanissimi, le ragazze e gli irreperibili.

I minori sotto i 14 anni sono 1.229, pari al 6,7% del totale, di cui 116 (0,6%) hanno meno di sei anni. Le ragazze sono 1.247 (6,8% del totale), provenienti per il 60% da soli due Paesi, Nigeria ed Eritrea, esposte al rischio di tratta e violenza sessuale; 191 di loro sono ancora bambine e raggiungono al massimo i 14 anni (15% del totale delle ragazze ospitate). Quasi la metà dei minori accolti (il 48,7%) proviene da soli cinque Paesi: Gambia (2202, 12%), Egitto (1807, 9,9%), Guinea (1752, 9,6%), Albania (1677, 9,6%) ed Eritrea (1459, 8%).

Quanto ai minori soli che si rendono "irreperibili", il loro numero totale, al 31 dicembre 2017, ammontava a 5.828, in calo rispetto ai 6.561 registrati alla stessa data del 2016. Restano comunque moltissimi, anche in considerazione della sensibile riduzione registrata invece negli arrivi via mare (-39% rispetto al 2016). I ragazzi che si sono allontanati dalle strutture negli anni e che risultano ancora oggi minorenni e irreperibili ammontano invece a 5.828.

Dei 2.400 irreperibili nel corso del solo 2017, uno su sei è di cittadinanza guineana (il 14,3%), mentre il 9,7% è ivoriano e il 9,3% è somalo. Nella maggior parte dei casi vogliono raggiungere altri Stati europei, spesso per ricongiungersi a familiari o amici. Questi minori sono di fatto transitanti che cercano di rendersi "invisibili" al sistema dopo essersi allontanati dalle strutture di accoglienza, esposti a isolamento e pericoli, con l'intenzione di attraversare da soli il confine tra l'Italia e il resto d'Europa, a Ventimiglia, a Chiasso o al Brennero. A queste frontiere, sottolinea Save The Children, vengono spesso respinti anche se manifestano l'evidente intento di richiedere protezione internazionale.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali