FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Sparatoria Macerata, fissata perizia psichiatrica per Luca Traini

La Corte dʼAssise di Macerata ha affidato lʼincarico di valutare la capacità dʼintendere allo psichiatra, criminologo e scrittore Massimo Picozzi

Sparatoria Macerata, fissata perizia psichiatrica per Luca Traini

Il 23 maggio verrà eseguita una perizia psichiatrica sulla capacità d'intendere e di volere di Luca Traini, autore della sparatoria contro migranti africani a Macerata il 3 febbraio scorso per 'vendicare' Pamela Mastropietro. La perizia è stata disposta dalla Corte d'Assise di Macerata che ha affidato l'incarico allo psichiatra, criminologo e scrittore Massimo Picozzi.

E' stata invece respinta la richiesta del Procuratore Giovanni Giorgio di affidare una consulenza di parte dell'accusa da contrapporre a quella depositata dalla difesa. Secondo lo psichiatra Giovanni Battista Camerini, incaricato dall'avvocato Giancarlo Giulianelli per conto del 28enne di Tolentino, Traini sarebbe parzialmente incapace di volere a causa di un disturbo bipolare della personalità.

La Corte ha rigettato anche l'istanza di sequestro conservativo di beni dell'imputato fino al valore di 750mila euro pretesi come risarcimento danni da una delle vittime, Jennifer Otioto, nigeriana colpita tra il braccio e la spalla sinistri da un proiettile mentre si trovava vicino alla stazione ferroviaria.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali