FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Due calciatori dellʼAscoli aggrediti al rientro a casa dopo sconfitta in trasferta

In azione una decina di persone con il volto coperto dalle sciarpe della società. Frasi minacciose anche contro il resto della squadra

Due calciatori dell'Ascoli aggrediti al rientro a casa dopo sconfitta in trasferta

Due calciatori dell'Ascoli sono stati aggrediti sabato notte da una decina di persone con il volto coperto da sciarpe bianconere, i colori della società marchigiana. Si tratta del centrocampista Samuele Parlati e del portiere Vincenzo Venditti. I due stavano rientrando nelle rispettive abitazioni nel centro storico della città, reduci dalla trasferta di Venezia finita con la sconfitta dell'Ascoli per 1-0.

Il primo a essere stato aggredito è stato Parlati, che ha ricevuto un pugno che ha schivato finendo a terra insieme al suo aggressore. In suo aiuto è giunto Venditti, che è stato a sua volta colpito con uno schiaffo. Il gruppo di aggressori ha proferito nei confronti dei due giocatori frasi minacciose che coinvolgono anche il resto della squadra, che dopo la sconfitta di sabato è ultima in classifica. In questa stagione Venditti non ha mai giocato, Parlati ha collezionato una sola presenza.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali