FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Yara, i legali di Bossetti dopo la conferma dellʼergastolo: "Faremo ricorso in Cassazione"

Gli avvocati Paolo Camporini e Claudio Salvagni: "Abbiamo assistito alla sconfitta della giustizia, era scontato che facessimo ricorso"

Yara, i legali di Bossetti dopo la conferma dell'ergastolo: "Faremo ricorso in Cassazione"

"Si tratta di un clamoroso errore giudiziario, faremo ricorso in Cassazione". Lo hanno annunciato i legali di Massimo Bossetti, per il quale la Corte d'Assise d'Appello di Brescia ha confermato l'ergastolo per l'omicidio di Yara Gambirasio. "Aspettiamo le motivazioni, ma il ricorso in Cassazione è scontato. Questa sera abbiamo assistito alla sconfitta della giustizia", hanno aggiunto.

"Non si può dare l'ergastolo a un uomo senza concedergli la perizia genetica", ha dichiarato l'avvocato Claudio Salvagni, parlando di "violazione del diritto di difesa". La prova del Dna, definita "granitica" anche dai giudici del processo di primo grado, ha infatti retto anche al giudizio d'appello.

La richiesta (respinta) di perizia genetica - Il profilo genetico "Ignoto 1", estrapolato dagli indumenti della vittima e attribuito al suo assassino, corrisponde a quello del carpentiere di Mapello. Una prova "schiacciante" secondo il sostituto pg Marco Martani, un dato invece "sbagliato" secondo la difesa, perché prelevato da un traccia mista che mostra la presenza, accanto a Dna nucleare attribuito a Bossetti, anche di Dna miticondiriale rimasto senza identità. Da qui la richiesta, non accolta dalla Corte, di riaprire il dibattimento con una perizia genetica.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali