FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Strage Erba, dal giaccone al mazzo di chiavi: esami su reperti mai analizzati

Il 21/11 a Brescia si terrà lʼincidente probatorio. I nuovi accertamenti potrebbero portare a una richiesta di revisione del processo

Il 21 novembre, davanti alla Corte d'appello di Brescia, si terrà l'incidente probatorio su alcuni reperti mai analizzati da cui potrebbero venire novità riguardo la posizione di Olindo Romano e Rosa Bazzi, condannati all'ergastolo per la strage di Erba (Como) in cui furono uccise quattro persone, tra cui un bambino di due anni, e una quinta rimase gravemente ferita. Si tratta di accertamenti su una tenda insanguinata, un accendino, un paio di guanti smarriti sul luogo del delitto: potrebbero portare a una richiesta di revisione del processo.

Da analizzare ci sono anche frammenti di unghie e Dna sul giaccone della madre uccisa e capelli sulla felpa del figlio. Questi elementi, come la tenda con tracce di sangue e gli altri reperti, sono custoditi all'Università di Pavia, nel deposito giudiziario a Como, nei laboratori dei Ris di Parma. Olinda e Rosa stanno scontando gli ergastoli in due diverse carceri nel Milanese, posso incontrarsi per tre volte al mese.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali