FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Milano, ruba auto con a bordo una bimba: nonna mette in fuga il ladro

Provvidenziale intervento di una casalinga: allertata dalle grida dei genitori, ha picchiato sul finestrino della vettura convincendo il malvivente a scappare a piedi. Altro caso negli Usa: interviene la polizia

Milano, ruba auto con a bordo una bimba: nonna mette in fuga il ladro

Ruba un'automobile e non si accorge che sui sedili posteriori c'è una bimba. I genitori della piccola iniziano a gridare e una donna di 62 anni, casalinga e nonna, non ci pensa due volte: esce dal cancello e inizia a battere contro il finestrino della vettura. Il malvivente, un italiano di circa 30 anni, decide allora di scendere e scappare a piedi. La bambina sta bene e il quartiere di Quarto Cagnino, a Milano, ha ora un nuovo eroe: Chiara Porro.

"Ho solo seguito il mio istinto - racconta Chiara Porro al quotidiano Il Giorno -. Lo rifarei, io non ho paura. E poi, per me, i bambini sono sacri. Ma non ho fatto nulla di eccezionale, solo quello che andava fatto".

La donna non conosceva la piccola né i suoi genitori. Ma appena li ha sentiti gridare "la bambina, la bambina" è corsa in strada ed è intervenuta. Il furto è avvenuto mentre i due stavano spostando da un'auto a un'altra alcuni bagagli. Il ladro ha approfittato del momento, forse senza neppure rendersi conto che, a bordo, vi fosse la bimba.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali