FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Milano, caos in corso Como: lʼassalto degli spacciatori ai turisti

In una delle zone più conosciute della movida del capoluogo lombardo, risse e minacce riprese dai palazzi della zona

Corso Como a Milano, simbolo della movida e del divertimento, sta diventato terra di pusher e spacciatori. Formano una vera organizzazione, composta da almeno una quarantina di persone, divisa tra gli angoli delle strade nascoste del quartiere modaiolo. Arrivano sempre di più anche nel moderno quartiere di Porta Nuova per assaltare turisti e spacciare droga. Dai palazzi della zona, i residenti hanno filmato risse e pestaggi.

Quello che era fino a poco fa il crocevia della "bella vita" milanese, ora è sempre più regno di criminali; spesso immigrati extracomunitari, in particolare da Senegal, Mali e Ghana, e dei loro clienti: tossicodipendenti e piccoli delinquenti che convergono dai quartieri periferici della città principalmente dopo mezzanotte. Ultimamente, sono sempre di più i casi di violenza segnalati: assalti ai turisti, minacciati e colpiti anche con delle spranghe, e agli avventori dei locali alla moda. Senza dimenticare scippi, borseggi e furti.

Per questo motivo, alcuni esercenti si sono consorziati, per ingaggiare vigilanti privati che possano tenere lontani criminali e spacciatori dagli ingressi dei locali.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali