FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Furti di cibo nella mensa dellʼospedale A Pavia 13 in manette e 48 indagati

Le indagini, partite nel 2013 dopo la denuncia di un ex dipendente, hanno permesso di accertare 222 episodi di furto al Policlinico San Matteo

Furti di cibo nella mensa dell'ospedale A Pavia 13 in manette e 48 indagati

Rubavano cibo dalla mensa del Policlinico San Matteo di Pavia: con questa accusa 48 dipendenti dell'istituto sono stati indagati e 13 arrestati. Le indagini sono partite nel 2013 dopo la denuncia di un ex dipendente delle cooperativa per i servizi di pulizia, costretto a licenziarsi perché, stando a quanto emerso, "non incline ad adeguarsi all'andazzo di ruberie". Le indagini hanno permesso di accertare 222 episodi di furto.

Le indagini hanno permesso di accertare come il reparto mensa-cucina dell'ospedale fosse diventato una terra di nessuno, specialmente negli orari di cambio turno e serali, e di come la sala vassoi e le celle frigorifere quotidiane fossero diventate luoghi di "spesa self service". Anche una guardia giurata, addetta al servizio di vigilanza interno, che avrebbe dovuto vigilare che ciò non accadesse, commetteva furti e risulta indagata.

Tra gli arrestati, 12 sono dipendenti dell'ospedale e uno di una cooperativa di servizi: otto hanno la qualifica di cuoco presso la mensa-cucina, uno mansioni di addetto al ricevimento merci, due mansioni ausiliarie tecniche; il dipendente della cooperativa è invece addetto ai servizi di pulizia.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali