FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Brescia, latte infetto per produrre formaggi: trenta indagati

Nel prodotto sarebbero state presenti aflatossine, ritenute le più cancerogene esistenti, che venivano "coperte" miscelando il latte infetto con altro sano

Brescia, latte infetto per produrre formaggi: trenta indagati
Bicchieri

Trenta persone tra allevatori e titolari di caseifici sono indagati dalla Procura di Brescia con l'accusa di aver immesso sul mercato latte infetto. Nel prodotto sarebbero state presenti aflatossine, ritenute le più cancerogene esistenti, che venivano "coperte" miscelando il latte infetto con altro sano utilizzandolo poi per produrre formaggi. I valori superavano da 5 a 160 volte quelli di legge.

Come riporta il Corriere, le indagini effettuate dai Nas negli ultimi mesi si sono allargate anche alle province di Bergamo, Mantova e Cremona. I fascicoli parlano di "adulterazione o contraffazione di sostanze alimentari".

Un meccanismo consolidato - Centinaia i caseifici e gli allevamenti controllati, nei quali veniva attuato lo stesso modus operandi, ormai consolidato: il latte veniva diluito in modo da "nascondere" gli alti valori di aflatossine (la legge impone un limite di 50 nanogrammi per litro), per poi essere venduto a basso costo e destinato alla produzione di formaggi nostrani. 
Una delle persone indagate ha inoltre ammesso agli inquirenti che al latte venivano aggiunte sostanze in grado di "imbrigliare le aflatossine e renderle difficilmente rintracciabili nelle analisi".

Il Consorzio del Grana Padano assicura che "non si tratta di Grana Padano ma di formaggio giovane tutto ancora esclusivamente in magazzino. Non esiste quindi in commercio neppure un grammo di Grana Padano che non sia assolutamente sicuro dal punto di vista sanitario. Ancora una volta il sistema dei controlli sanitari italiani si è dimostrato all'avanguardia nel mondo perché ha bloccato ben prima che andasse al consumo prodotto dubbio che, se sarà confermato essere rischioso, andrà distrutto".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali