> Tgcom24 > Cronaca > Lombardia > Tre criminali albanesi fuggiti dal maxi carcere di Voghera
17.3.2011

Tre criminali albanesi fuggiti dal maxi carcere di Voghera

Rubata un'auto della polizia, posti di blocco istituiti in tre regioni

foto Ansa
10:51 - Tre detenuti di nazionalità albanese, che erano sottoposti a regime di "lta sicurezza", sono evasi dal carcere di Voghera. La fuga è avvenuta dal cortile dei passeggi. Sarebbero usciti di galera rispettivamente nel 2024, 2025 e 2033. I tre sono fuggiti su un'auto rubata. La polizia ha istituito posti di blocco in tutta la Lombardia, ma anche nel vicino Piemonte e in Emilia Romagna.
Dovevano sottostare ad una vigilanza più stretta rispetto agli altri detenuti. Ma nonostante ciò sono riusciti ad evitare i controlli e dal cortile "dei passeggi", segato le sbarre di una finestra, sono scappati utilizzando le classiche lenzuola annodate, hanno rubato un'auto e fatto perdere le loro tracce.

Autori della fuga sono tre albanesi accusati di reati gravi che sono evasi dal carcere di Voghera, in provincia di Pavia. I tre sono Leonard Mirtai, 32 anni in carcere per sequestro di persona e estorsione, fine pena 2026; Dritan Rexhpai, 31 anni, tentato omicidio e altri reati, fine pena 2024; Yllo Doy, 34 anni tentato omicidio, traffico di droga e altri reati, fine pena 2033.

Ora sono in corso le ricerche in tutta la Lombardia, ma anche nel vicino Piemonte e in Emilia Romagna.

Una volta usciti dal penitenziario si sono diretti a piedi e nelle campagne raggiungendo via Castagna, alla periferia ovest di Voghera, verso Tortona (Alessandria). Qui sono riusciti a bloccare un'auto guidata da una donna: hanno costretto con la forza la conducente a scendere, sono saliti sulla vettura ed hanno fatto perdere le loro tracce. Tutto è avvenuto nel giro di pochi minuti. L'allarme è scattato immediatamente, con posti di blocco anche nella zona di Tortona e Piacenza. L'evasione, evento non nuovo per le carceri lombarde negli ultimi mesi, è stata spunto per i sindacati di polizia penitenziaria di sottolineare ancora una volta le "strutturali carenze di organico" che assillano gli istituti di pena in Italia.
OkNotizie
 
Le notizie del giorno
 
 
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile