FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Ilva Genova, tolto il blocco stradale Mercoledì un altro maxi-sciopero

I metalmeccanici della città hanno aderito in massa allʼastensione dal lavoro per manifestare la loro solidarietà ai colleghi dellʼIlva contro la messa in discussione dellʼaccordo di programma sullo stabilimento di Cornigliano

Ilva Genova, tolto il blocco stradale Mercoledì un altro maxi-sciopero

I lavoratori dell'Ilva di Genova hanno tolto il blocco stradale che ha paralizzato il traffico cittadino fin dal mattino. "Mercoledì ci sarà il terzo giorno di sciopero, so che ha un costo ma ci giochiamo tanto", ha detto il coordinatore della Rsu Fiom dell'Ilva Armando Palombo, annunciando il rientro in fabbrica degli operai. Il ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi ha ribadito che il governo "vuole rilanciare il gruppo Ilva sul mercato".

Dopo la rimozione del blocco, i 400 lavoratori dello stabilimento coinvolti sono tornati in fabbrica. E intanto la Fiom Cgil si prepara allo sciopero generale di tutti i metalmeccanici genovesi proclamato per mercoledì in segno di solidarietà con gli addetti dell'Ilva, che contestano la messa in discussione dell'accordo di programma del 2005 che garantiva il mantenimento dei livelli occupazionali e la continuità di reddito per i dipendenti dell'azienda.

I metalmeccanici della Cgil hanno indetto per mercoledì un nuovo corteo che raggiungerà la prefettura del capoluogo ligure per chiedere la partecipazione del ministro dello Sviluppo economico o di un altro rappresentante del governo alla riunione del collegio di vigilanza sull'accordo di programma del 4 febbraio a Roma.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali