FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Roma, ok stepchild per due donne: ognuna ha adottato la figlia dellʼaltra

Le bambine, di 4 e 8 anni, sono nate una da una donna e lʼaltra dalla sua compagna grazie allʼinseminazione praticata in Danimarca. Avranno lo stesso cognome ma non saranno sorelle

Roma, ok stepchild per due donne: ognuna ha adottato la figlia dell'altra

Il Tribunale per i minorenni di Roma ha riconosciuto la stepchild adoption "incrociata" a una coppia di donne. E' il primo caso in Italia, secondo quanto rendono noto le associazioni Famiglie Arcobaleno e Rete Lenford. Le bambine, di 4 e 8 anni, sono nate una da una donna e l'altra dalla sua compagna grazie all'inseminazione praticata in Danimarca. Avranno lo stesso doppio cognome ma per la legge non saranno sorelle.

"Questo provvedimento - spiega il legale delle due donne, Francesca Quarato - ha una peculiarità rispetto alle precedenti: le minori in favore delle quali è stata riconosciuta l'adozione sono, infatti, nate ciascuna da una delle due donne della coppia. In questo modo ognuna ha un genitore biologico e un genitore sociale, entrambi con piena e pari capacità e responsabilità genitoriale".

L'adozione incrociata assume quindi, secondo l'avvocato, "un significato particolare, valorizzando l'intreccio dei rapporti genitoriali e dei legami familiari biologici e sociali con un riconoscimento giuridico. Il Tribunale, in tal senso, ha stabilito che le bambine abbiano lo stesso cognome comune".

Maria Grazia Sangalli, presidente di Rete Lenford e Marilena Grassadonia, presidente di Famiglie Arcobaleno, si sono dette estremamente soddisfatte del risultato. "Attualmente, in mancanza di una normativa sull'adozione da parte delle coppie formate da persone dello stesso sesso - ha detto la Sangalli - il percorso per giungere all'adozione da parte di queste coppie è possibile solo interpretando la normativa in vigore in senso ampio ed evolutivo".

E la Grassadonia, da parte sua, sottolinea che "bisognerebbe semplicemente guardare il mondo con gli occhi dei bambini per capire che tutelarli nei loro affetti è l'unica strada da percorrere per garantire loro una vita più serena".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali