FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Roma, gare per verde urbano truccate: arrestato dirigente del Comune

Fabio Tancredi, allʼepoca dei fatti contestati risalenti al 2012, era direttore del X Dipartimento Tutela Ambientale e del Verde. Eʼ coinvolto anche nel terzo filone dʼinchiesta di Mafia Capitale

Roma, gare per verde urbano truccate: arrestato dirigente del Comune

Un dirigente del Comune di Roma, Fabio Tancredi, è stato arrestato per aver truccato gli appalti per la cura del verde urbano di Roma Capitale. I fatti contestati nell'operazione "Christmas Tree" risalgono al dicembre 2012. In quel periodo il funzionario era direttore del X Dipartimento Tutela Ambientale e del Verde - Protezione Civile di Roma Capitale. L'indagine della Guardia di finanza vede coinvolte altre 23 persone, tra imprenditori, altri dirigenti e dipendenti pubblici capitolini gravemente indiziati di reati di turbativa d'asta e falso ideologico. Nel mirino delle autorità almeno 12 aggiudicazioni, per un importo complessivo superiore ai due milioni di euro. Il nome di Tancredi era già emerso nella maxi-inchiesta di Mafia Capitale.

Chi è il dirigente arrestatoE' Fabio Tancredi il dirigente del Comune di Roma arrestato in relazione a presunte irregolarità negli appalti per la cura del verde nella Capitale. Nei suoi confronti il gip Pierluigi Balestrieri ha concesso i domiciliari. Il nome di Tancredi era già emerso in un filone dell'inchiesta su Mafia Capitale.

Nei suoi confronti la procura ha chiesto il rinvio a giudizio assieme ad altre 23 persone. Il dirigente comunale, in qualità di ex direttore del X Dipartimento Tutela Ambientale e del Verde-Protezione civile di Roma Capitale, è accusato di turbativa d'asta e rivelazione del segreto d'ufficio, con l'aggravante del metodo mafioso.

Secondo la procura, Tancredi, in concorso con Claudio Turella, già funzionario del Campidoglio responsabile del servizio Programmazione Gestione Verde Pubblico e imputato nel maxiprocesso che andrà a sentenza il 20 luglio, Rossana Calistri, componente della commissione di aggiudicazione, e Salvatore Buzzi, il re delle cooperative romane, avrebbe condizionato le procedure riguardanti gli interventi per la manutenzione ordinaria delle aree a verde delle ville storiche, al fine di agevolare l'assegnazione dei lavori alla '29 Giugno'.

In base all'ordinanza d'arresto, Tancredi, direttore pro-tempore della Direzione Gestione Territoriale Ambientale di Roma Capitale, nella veste di presidente della commissione di gara e responsabile unico del procedimento, aveva dato atto, nel verbale del 28 dicembre 2012, contrariamente al vero, che erano state invitate alcune ditte che, in realtà, non avevano mai ricevuto il fax di invito e che erano presenti come componenti della commissione alcuni soggetti che in verità risultavano in ferie.

Per la procura di Roma, Tancredi ha determinato "una grave alterazione della regolarità" di 12 procedure di gara, tutte effettuate nello stesso giorno, il 28 dicembre 2012, per un importo complessivo superiore ai due milioni di euro.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali