FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Il Papa ai governi: "Basta pena di morte" E ai fedeli regala la "Misericordina"

Lʼappello di Francesco ai capi di Stato è di fare un gesto coraggioso ed esemplare: non applicare la pena capitale nellʼAnno Santo della Misercordia

Il Papa ai governi: "Basta pena di morte" E ai fedeli regala la "Misericordina"

Papa Francesco fa appello ai governanti perché "si giunga a un consenso internazionale per l'abolizione della pena di morte". Di ritorno dal suo viaggio in Messico, propone "a quanti tra loro sono cattolici di compiere un gesto coraggioso ed esemplare: che nessuna condanna venga eseguita in questo Anno Santo della Misericordia".

Il Papa ai governi: "Basta pena di morte" E ai fedeli regala la "Misericordina"

"Vi regalo la 'Misericordina'" - Il pontefice si è poi rivolto ai fedeli, al termine dell'Angelus, dicendo: "La Quaresima è un tempo propizio per compiere un cammino di conversione che ha come centro la misericordia. Perciò, oggi, ho pensato di regalare a voi che siete qui in piazza una 'medicina spirituale' chiamata Misericordina. Una volta lo abbiamo fatto, ma questa è meglio, è la 'misericordina plus'. Una scatolina che contiene la corona del Rosario e l'immaginetta di Gesù Misericordioso. Ora la distribuiranno i volontari, tra i quali ci sono poveri, senzatetto, profughi e anche religiosi. Accogliete questo dono come un aiuto spirituale per diffondere, specialmente in questo Anno della Misericordia, l'amore, il perdono e la fraternità".

Francesco aveva appena ricordato la "via crucis" che la comunità papa Giovanni XXIII promuoverà venerdì prossimo a Roma, in difesa delle donne vittime della tratta.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali