FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Affittopoli, anche prestigiosi impianti sportivi in locazione per pochi euro

Lo stadio allʼinterno delle Terme di Caracalla, ad esempio, porta nelle casse dellʼamministrazione capitolina appena 51,76 euro lʼanno, ovvero 4 euro e 31 centesimi al mese

Affittopoli, anche prestigiosi impianti sportivi in locazione per pochi euro

Si arricchisce di un nuovo capitolo la saga romana di Affittopoli: tra i beni del Campidoglio dati in affitto a canoni scandalosamente bassi, spuntano ora anche una lunga serie di impianti sportivi, molti dei quali utilizzati come esclusivi sport club. Basti pensare che lo stadio all'interno delle Terme di Caracalla porta nelle casse dell'amministrazione capitolina appena 51,76 euro l'anno, ovvero 4 euro e 31 centesimi al mese.

Circoli ippici e Palazzetti dello Sport in saldo - Tra i tanti spunta per esempio il Palazzetto dello Sport progettato da Nervi e realizzato per le Olimpiadi del 1960: è in concessione alla Virtus Pallacanestro per 500 euro la mese. Il Galoppatoio di Villa Borghese, sede di un prestigioso concorso ippico internazionale, invece ogni mese stacca un assegno di appena 231 euro.

Contratti scaduti o abusivi, così Roma perde la sua ricchiezza - Secondo il censimento della Commissione speciale per la Razionalizzazione della spesa presieduto dal consigliere comunale Cinque Stelle Daniele Frongia, sono almeno 160 i contratti stipulati tra il Campidoglio e le associazioni sportive, metà dei quali abusivi: alcuni perché i contratti di affitto risultano scaduti, altri perché sono stati firmati a distanza di anni dall'inizio della concessione o prorogati in maniera indebita senza il necessario bando.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali