FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Abbazia Montecassino, ex sacerdote si sposa nella cattedrale di Westminster

Era scappato in Inghilterra dopo lo scoppio dello scandalo che aveva coinvolto don Pietro Vittorelli. A Londra aveva lasciato lʼabito talare per percorrere una nuova strada nella chiesa anglicana

Si è sposato nella cattedrale di Westminster Antonio Potenza, l'ex prete ed ex segretario dell'abate di Montecassino, don Pietro Vittorelli, finito al centro di uno scandalo che l'ha visto protagonista di festini gay a base di stupefacenti e di un'inchiesta per appropriazione indebita. Dopo lo scoppio dello scandalo, Potenza è volato nel Regno Unito per fare un nuovo percorso nella chiesa anglicana. La moglie è la stessa donna con cui aveva una relazione sin dai tempi dai tempi di Cassino (Frosinone).

Il processo - Intanto il processo continu. Quest'estate infatti Pietro Vittorelli è stato rinviato a giudizio dal gip di Roma con l'accusa di appropriazione indebita. E' accusato di avere prelevato circa 500mila euro direttamente dai conti correnti e dalla cassa della diocesi. Insieme al religioso, il giudice ha disposto il rinvio a giudizio anche per il fratello di Vittorelli, accusato di riciclaggio: erano intestati a lui i conti in cui transitavano le tranche sotratte dell'otto per mille.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali