FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Genny la carogna in carcere: è accusato di traffico di droga

Il tifoso che nel 2014 trattò con la polizia durante la finale di Coppa Italia scontava ai domiciliari una condanna a dieci anni

"Genny la carogna" va in carcere. Il tifoso che il 3 maggio 2014 condusse le trattative con la polizia durante la finale di Coppa Italia tra Napoli e Fiorentina, poco dopo la sparatoria costata la vita a Ciro Esposito, è stato arrestato per traffico e spaccio di stupefacenti. Avrebbe capeggiato una banda di sedici persone fermate oggi in seguito a un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP di Napoli.

Gennaro De Tomaso – questo il suo vero nome – scontava agli arresti domiciliari una condanna a 10 anni, sempre legata al traffico di stupefacenti. Le indagini, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia, avrebbero dimostrato collegamenti tra alcuni fornitori di droga olandesi e il gruppo criminale di Forcella, comandato da De Tomaso. La banda importava grandi quantità di marijuana e amnesia – la cosiddetta “droga della Camorra” – ed era in contatto con i gestori di diverse piazze di spaccio, anche al di fuori del napoletano. Sarebbero provati, in particolare, i legami tra De Tomaso e i pusher del rione Traiano.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali