FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Napoli, scoperta "scuola di rapine": quattro minorenni arrestati dai CC

I ragazzini, sotto la guida di un maggiorenne, imparavano sul campo il "mestiere". E poi andavano a festeggiare in pizzeria pubblicando le foto su Facebook

Napoli, scoperta "scuola di rapine": quattro minorenni arrestati dai CC

Avevano messo in piedi una vera e propria scuola di rapina per insegnare ai ragazzi i "segreti" per portare a termine un colpo. Succedeva a Castello di Cisterna, nel Napoletano. Quattro minorenni, accusati a vario titolo di aver compiuto undici rapine, sono stati arrestati all'alba. Dopo i colpi a supermercati, farmacie e benzinai, i giovani andavano a festeggiare in pizzeria e caricavano su Facebook le fotografie.

"Se non sei in grado di farlo, non sei uomo!", diceva il capo del gruppo, maggiorenne e adesso detenuto per altri motivi, incitando i ragazzini a delinquere sotto la sua direzione. L'inesperienza e l'incertezza nell'agire dei giovani arrestati emergono da un video estrapolato dal sistema di videosorveglianza di una delle attività prese di mira: l'arrivo di corsa sullo scooter, la pistola puntata in faccia al malcapitato che, dopo qualche attimo di esitazione, riesce a mettere in fuga due degli "apprendisti rapinatori". I ragazzi della banda con fare goffo si allontanano di corsa, increduli.

Le indagini dei carabinieri hanno portato alla luce il "metodo educativo" del capo della banda e permesso di scoprire i luoghi di riunione dove venivano pianificati i colpi, i nascondigli dove venivano nascosti auto e motocicli impiegati per le rapine e gli abiti e le armi usati per mimetizzare le corporature e per minacciare i titolari delle attività prese di mira. Infine, nel corso dell'operazione battezzata "Lucignolo", gli arresti

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali