FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Ercolano, il sindaco alla famiglia tedesca derubata: "Tornate, vi ospitiamo gratis"

Il primo cittadino via Facebook si è scusato con i turisti vittime della criminalità: "Eʼ una vergogna"

"Chi ruba ai turisti, ruba un pezzo del nostro futuro. Vergogna!". Ha esordito così, in un lungo post su Facebook, il sindaco di Ercolano (Napoli) Ciro Buonajuto, commentando la notizia di una famiglia tedesca in visita agli Scavi derubata di documenti e altri beni. "A nome dell'intera comunità ercolanese, mi scuso con loro per il disagio che li ha colpiti e invierò loro una lettera per invitarli nuovamente a Ercolano a nostre spese", ha aggiunto il primo cittadino, che ha chiesto anche alle forze dell'ordine di indagare sull'accaduto.

I turisti, mentre erano in visita al Parco archeologico di Ercolano, sono stati derubati di effetti personali, di poco valore, custoditi nell'auto nel parcheggio adiacente agli Scavi. L'episodio è stato denunciato ai carabinieri.

E' intervenuto sulla vicenda anche il sindaco che ha definito l'episodio "mortificante" per una città che "dopo tanti anni bui, sta cercando di potenziare la propria immagine turistica ma viene colpita da delinquenti che non hanno a cuore il futuro della nostra comunità".

Il primo cittadino ha così chiesto alle forze dell'ordine di fare luce su questo furto per individuare i responsabili e fare in modo che questi episodi non si verifichino più. Intanto, il direttore del Parco archeologico Francesco Sirano ha offerto alla famiglia tedesca l'ingresso gratuito al sito, oltre che le scuse per lo spiacevole avvenimento.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali