FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

> Tgcom24 > Cronaca > Campania > Napoli, uccide convivente e tenta suicidio
23.6.2013

Napoli, uccide convivente e tenta suicidio

Accoltella l'uomo e tenta di strangolare uno dei due figli. Poi tenta di dar fuoco alla casa e di gettarsi dal terrazzo: fermata in extremis dalla polizia

foto Getty
20:31 - Tragedia familiare a Torre del Greco, nel Napoletano. Una donna, Maria Carmela Panariello, di 41 anni, ha ucciso il convivente, Tommaso Egger, di 57 anni, con una coltellata al petto la scorsa notte durante un litigio nella loro abitazione. Ha poi tentato di strangolare uno dei figli e di dar fuoco all'appartamento con il gas, causando lievi danni alla cucina, per poi cercare di suicidarsi lanciandosi dal terrazzo. Ma è stata fermata dalla Polizia.
La donna si trova ora nel Commissariato di Torre del Greco in stato di fermo. Il convivente - Tommaso Egger è stato trovato senza vita sul letto, con una profonda ferita al petto inferta, secondo i primi accertamenti degli investigatori dello stesso Commissariato, diretto da Paolo Esposito, con un grosso coltello da cucina.

Il delitto, stando a una prima ricostruzione, è avvenuto poco prima delle quattro, nell'abitazione della coppia, in via Calastro, davanti ai figli adolescenti, durante una lite per motivi in corso di accertamento da parte della Polizia.

La donna aveva anche tentato di strangolare uno dei figli - Dopo aver ucciso il convivente, la donna ha anche tentato di strangolare con una cintura uno dei figli, che è però riuscito a fuggire insieme alla sorella gemella. Il particolare è emerso dalle testimonianze raccolte dagli agenti del commissariato di Torre del Greco. I due gemelli di 12 anni, figli di Egger, sono stati affidati ad alcuni parenti del padre.

Temeva di aver trasmesso il tumore alla famiglia - 

Era ossessionata dal pensiero della morte dopo essere stata ammalata di tumore Maria Carmela Panariello. Secondo quanto hanno ricostruito gli agenti del Commissariato la Panariello temeva anche di aver trasmesso ai due figli gemelli la malattia.

Da quanto accertato, è emerso anche che, dopo l'omicidio, la Panariello ha aperto il gas tentando di dar fuoco alla casa. E' poi salita al sesto piano dell'edificio nel quale viveva con l'uomo, nella zona a ridosso dell'area portuale, e ha tentato di lanciarsi nel vuoto, ma è stata bloccata dalle forze dell'ordine. Le fiamme hanno danneggiato la cucina dell'abitazione e hanno interessato anche alcune parti del palazzo, prima di essere spente dai vigili del fuoco.
OkNotizie
 
Le notizie del giorno
 
 
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile