FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Incinta dimessa con dolori, muore il feto: indagati 3 medici a Vibo Valentia

La mamma, una donna di 28 anni, è tornata in ospedale dopo qualche giorno per la persistenza di fitte allʼaddome. La Procura apre unʼinchiesta

Incinta dimessa con dolori, muore il feto: indagati 3 medici a Vibo Valentia

Una donna incinta di 28 anni si è recata in ospedale con forti dolori addominali, ma i medici l'hanno dimessa e dopo pochi giorni il feto è morto. E' accaduto a Vibo Valentia. Data la persistenza dei dolori, la donna è tornata in ospedale dove è stata sottoposta a parto cesareo. La Procura ha avviato un'inchiesta, iscrivendo tre medici nel registro degli indagati. In precedenza la 28enne e suo marito avevano denunciato il fatto ai carabinieri.

Dagli accertamenti era emersa una sofferenza fetale. Nella denuncia i coniugi chiedono di poter accertare eventuali responsabilità da parte dei medici che l'hanno seguita durante la gravidanza. Il 26 dicembre , infatti, la donna aveva avvertito dei dolori addominali ma, nonostante il riscontro di una sofferenza fetale, i medici l'hanno rimandata a casa tranquillizzandola.

I carabinieri hanno acquisito la cartella clinica e gli accertamenti clinici effettuati dall'inizio della gravidanza. La Procura di Vibo Valentia ha disposto l'autopsia.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali