FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Brescia, "lʼautoassunzione" del dirigente del Comune

Il dirigente capo del personale del Municipio avrebbe indetto un bando per una posizione, si sarebbe valutato e infine assunto

Brescia, "l'autoassunzione" del dirigente del Comune

E' uno strano caso di assunzione quello che vede protagonista il dirigente capo del personale del Comune di Brescia Claudio Reboni che, secondo quanto riporta il quotidiano "La Verità", avrebbe cercato (se stesso) per una posizione apertasi in Municipio, si sarebbe valutato e infine assunto. I fatti risalgono all'estate 2013: il caso è stato scoperchiato dal capogruppo dei 5 stelle di Brescia, l' avvocato Laura Gamba, che ha presentato un'interrogazione urgente per avere spiegazioni dal sindaco.

L'assunzione - Secondo quanto riporta il giornale diretto da Maurizio Belpietro, il 31 luglio 2013 Reboni firmò un bando per la ricerca di un "responsabile del settore risorse umane" nell'ambito dei servizi amministrativi e finanziari del Comune. La presentazione delle domande sarebbe scaduta dopo 12 giorni: tra i requisiti richiesti l'avere un diploma di laurea specialistica, essere in possesso di esperienza di servizio nella Pubblica amministrazione, aver ricoperto un incarico dirigenziale per un tempo non inferiore a cinque anni.

Il sindaco Emilio Del Bono approvò il bando e lo pubbliò: la scelta, si legge sempre nel bando, "è effettuata dal sindaco e avviene attraverso la valutazione dei curricula presentati e di un eventuale colloquio". Il "ruolo" in palio, alla fine, andò a Reboni.

Il regolamento violato - L'iter seguito da Reboni violerebbe il Regolamento del codice di comportamento dei dipendenti pubblici, articolo 54 del decreto legislativo 30 marzo 2001, secondo cui c'è l'obbligo di astensione dal "partecipare all' adozione di decisioni o ad attività che possano coinvolgere interessi propri", obbligo per altro che riguarda anche parenti entro il secondo grado conviventi, o organizzazioni a cui si è legati.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali