TGCOM

Cronaca

Tutte le ultim'ora

12/6/2009

Arrestato in ospedale il boss Pelle

Catanzaro, era a capo cosca di San Luca

Antonio Pelle, considerato il capo storico dell'omonima cosca di San Luca, è stato arrestato dai carabinieri del Ros di Reggio Calabria. Il boss 77enne era latitante dal 2000. Pelle, conosciuto come "Gambazza", è stato bloccato nel reparto di chirurgia dell'ospedale di Polistena, nella piana di Gioia Tauro. Il suo nome figurava nell'elenco dei 30 ricercati più pericolosi d'Italia.

"E' tutto finito", ha detto il boss latitante ai carabinieri del Ros che lo hanno arrestato in una stanza di ospedale. Pelle si trova ancora ricoverato in una stanza del reparto di chirurgia dell'ospedale di Polistena. L'uomo era stato ricoverato d'urgenza per un'ernia strozzata. La circostanza, evidentemente, non è sfuggita ai carabinieri che erano da mesi sulle sue tracce, anche se ancora non erano riusciti a bloccarlo. Nelle ultime ore, avuta la certezza che Pelle era ricoverato, i carabinieri del Ros sono entrati in ospedale e lo hanno bloccato. Viste le sue condizioni non è escluso che debba rimanere in ospedale per alcuni giorni.

Condannato a 16 anni di reclusione, pena che non ha finito di scontare, per sequestro di persona, traffico di sostanze stupefacenti ed associazione mafiosa, Pelle era ricercato per associazione mafiosa finalizzata al traffico internazionale di armi, sostanze stupefacenti ed altro. Dal 18 settembre 2007 le sue ricerche erano state diramate anche in campo internazionale.

I boss si muovevano nei bagagliai
Gli uomini delle cosche dei Pelle-Vottari di San Luca, dopo l'omicidio di Maria Strangio avvenuto a Natale del 2006, si spostavano nascondendosi nei bagagliai delle loro automobili. E' quanto emerso durante il processo che vede imputate 14 persone accusate di far parte delle cosche di San Luca. Nel corso dell'udienza è stato sentito il maresciallo dei carabinieri del gruppo di Locri, Donato Lionetti, il quale ha raccontato che "dopo la strage di Natale, nella quale fu uccisa Maria Strangio ed altre quattro persone rimasero ferite, e fino ad agosto del 2007, le mogli degli affiliati al clan Pelle-Vottari nascondevano i mariti nei bagagliai delle auto o sui sedili posteriori e li portavano in giro tra San Luca e Bovalino per farli incontrare tra di loro".

L'investigatore ha raccontato anche che nel luglio del 2007 "Sebastiano Vottari si recò a Messina accompagnato da Marco Marmo, una delle sei persone uccise nella strage di Duisburg". Il processo è scaturito dall'operazione Fehida fatta da polizia e dai carabinieri pochi giorni dopo la strage di Duisburg ma quest'ultimo episodio non e' tra i reati contestati agli imputati. Agli imputati, tra cui Giovanni Strangio, viene contestato il reato di associazione mafiosa e, ad alcuni, l'omicidio di Maria Strangio, moglie di Giovanni Luca Nirta, uno dei presunti capi della cosca, uccisa il 25 dicembre del 2006, e quello di Bruno Pizzata, avvenuto il 4 gennaio del 2007.


Windows Live Condividi con Messenger
  • Condividi > 
  • Ok Notizie
  • Delicious
  • Digg
  • Twitter
  • Facebook
  • Google Bookmark
  • Badzu
  • Reddit
  • Technorati
  • Yahoo Bookmark
IN PRIMO PIANO
context=|polymedia.skiptransform=true| 2009/12/29 cronaca true false normale false 30 NO mediavideo prova num1 blu ciao ciao blu true true true true 2010/01/07 Chi l’avrebbe mai detto&#160;che la prima esperienza dei ragazzi di <strong>"Amici" di Maria De Filippi </strong>sarebbe giunta ancor prima della conclusione del programma&#160;in onda su&#160;<strong>Canale 5</strong>? Sì, perché le giovani promesse che la trasmissione&#160; ogni anno sforna questa volta sono state spedite al <strong>Teatro Nazionale di Milano</strong>&#160;per vedere uno dei più riusciti musical del momento, "<strong>La Bella e la Bestia",</strong> ma non solo...&#160;Lì hanno&#160;anche&#160;incontrato&#160;l'intero cast prima dello spettacolo. true false false Chi l’avrebbe mai detto&#160;che la prima esperienza dei ragazzi di <strong>"Amici" di Maria De Filippi </strong>sarebbe giunta ancor prima della conclusione del programma&#160;in onda su&#160;<strong>Canale 5</strong>? Sì, perché le giovani promesse che la trasmissione! false gossip NO mediavideo mv: Amici a "La Bella e la Bestia" box: Amici a "La Bella e la Bestia" blu art: Amici a "La Bella e la Bestia" mv:ragazzi di Maria De Filippi a teatro box:ragazzi di Maria De Filippi a teatro blu art:ragazzi di Maria De Filippi a teatro true true true true normale false 30 normale 2010/01/12 cronaca true false prova box fotogallery NO mediavideo blu blu true true true true normale false 30 box_fotogallery 2010/01/15 true C_2_articolo_8_foto1.jpg false false L'allarme dell'ambasciata sui rischi per la salute è,&#160;per il secondo cittadino della città partenopea, "inopportuno, perché interviene ad emergenza superata". false gossip NO mediavideo SCUSE DAGLI USA SCUSE DAGLI USA blu La Iervolino contro l'ambasciata Rifiuti a Napoli, la Iervolino contro l'ambasciata blu true true true true Prova Fotog1 true prova Fotog 2 false Il video numero 1 true Aereo in decollo true normale false 30 normale 2010/01/15 true C_2_articolo_9_foto1.jpg La Suprema Corte ha ritenuto giustificato il licenziamento di un impiegato di Telecom. false cronaca NO mediavideo CASSAZIONE CASSAZIONE blu CASSAZIONE SMS da cellulare aziendale: licenziato Licenziato per SMS privati da cellulare aziendale rosso Licenziato per SMS privati da cellulare aziendale true true true true Cosa ne pensi? http://www.tgcom.it/sondaggi/ true La sentenza http://www.cassazione.it/ false normale false 30 normale Scene di guerriglia urbana con auto distrutte a Rosarno, nella Piana di Gioia Tauro, per la rivolta di alcuni lavoratori extracomunitari accampati in condizioni inumane in una fabbrica in disuso. A fare scoppiare la protesta il ferimento, da parte di ignoti, di alcuni extracomunitari con un'arma ad aria compressa. cronaca Immigrati aggrediti, rivolta a Rosarno<BR>La protesta in strada è ripresa oggi blu medio Immigrati feriti con colpi di armi ad aria compressa: scatta la protesta violenta rosso C_2_box28x12_1_foto1.jpg C_2_box28x12_1_foto2.jpg C_2_box28x12_1_foto3.jpg false false entrambi cronaca La rivolta http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo470535.shtml false Le immagini della guerriglia http://www.tgcom.mediaset.it/fotogallery/fotogallery6516.shtml true cronaca/cronacaindex1 s28x12=1&id_zoom28x12=1&id_dilatua28x12=1 cronaca Milano, schianto in centro: un morto Foto di Milano <p>Cresce di giorno in giorno l'eco per gli scontri del fine settimana nel centro calabrese: il ministero degli Esteri egiziano chiede al governo di intervenire e promette di sollevare il caso</p> C_2_fotogallery_1_foto1.jpg C_2_fotogallery_1_foto2.jpg C_2_fotogallery_1_foto3.jpg cronaca prova num1 ciao ciao true