TGCOM

Cronaca

Tutte le ultim'ora

28/1/2009

Violentava le prostitute: arrestato

Torino, in manette stupratore seriale

La polizia di Torino ha arrestato un marocchino 31enne con l'accusa di essere uno stupratore seriale di prostitute. Secondo la ricostruzione dei fatti, l'uomo si presentava come un normale cliente ma appena entrato nell'appartamento della squillo tirava fuori un coltello o un taglierino con cui minacciava la donna che veniva poi picchiata e costretta a subire brutali violenze sessuali. Sette le vittime accertate finora.

Nel dettaglio, le accuse a carico del marocchino sono di violenza sessuale, rapina aggravata, resistenza a pubblico ufficiale e falsificazione di documenti. L'indagine è iniziata l'8 di gennaio, quando il nucleo di polizia giudiziaria dei vigili urbani ha raccolto le denunce di alcuni giovani prostitute sudamericane che raccontavano di essere state violentate e rapinate da un uomo nelle loro abitazioni. Gli agenti, grazie all'analisi dei tabulati dei cellulari delle vittime, hanno individuato un numero di telefono in comune tra tutte le donne nei giorni delle violenze e il 17 genanio sono riusciti a individuare e bloccare il sospetto.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, lo stupratore seriale sceglieva le sue vittime su riviste pornografiche, prendeva un appuntamento e si presentava a casa delle donne diventando subito violento, mostrando una furia inaudita che non si fermava neanche quando in casa c'era più di una ragazza. In alcuni casi, la polizia municipale ha infatti accertato alcuni casi in cui l'uomo ha violentato anche due donne nello stesso appartamento.

Quando è stato fermato, l'uomo aveva con sè il taglierino con cui minacciava le vittime e alcune pagine di una rivista erotica, con le fotografie di donne con i numeri di telefono, un permesso di soggiorno falso e denaro contante frutto dell'ultima rapina e violenza sessuale. "Ancora una volta è stato decisivo lo strumento dell'indagine sui tabulati e delle intercettazioni telefoniche - ha sottolineato il procuratore capo di Torino Giancarlo Caselli, presente alla conferenza stampa di presentazione dell'indagine -. Si è trattato di una operazione davvero brillante per i tempi e per la sua articolazione".

IN PRIMO PIANO
context=|polymedia.skiptransform=true| 2009/12/29 cronaca true false normale false 30 NO mediavideo prova num1 blu ciao ciao blu true true true true 2010/01/07 Chi l’avrebbe mai detto&#160;che la prima esperienza dei ragazzi di <strong>"Amici" di Maria De Filippi </strong>sarebbe giunta ancor prima della conclusione del programma&#160;in onda su&#160;<strong>Canale 5</strong>? Sì, perché le giovani promesse che la trasmissione&#160; ogni anno sforna questa volta sono state spedite al <strong>Teatro Nazionale di Milano</strong>&#160;per vedere uno dei più riusciti musical del momento, "<strong>La Bella e la Bestia",</strong> ma non solo...&#160;Lì hanno&#160;anche&#160;incontrato&#160;l'intero cast prima dello spettacolo. true false false Chi l’avrebbe mai detto&#160;che la prima esperienza dei ragazzi di <strong>"Amici" di Maria De Filippi </strong>sarebbe giunta ancor prima della conclusione del programma&#160;in onda su&#160;<strong>Canale 5</strong>? Sì, perché le giovani promesse che la trasmissione! false gossip NO mediavideo mv: Amici a "La Bella e la Bestia" box: Amici a "La Bella e la Bestia" blu art: Amici a "La Bella e la Bestia" mv:ragazzi di Maria De Filippi a teatro box:ragazzi di Maria De Filippi a teatro blu art:ragazzi di Maria De Filippi a teatro true true true true normale false 30 normale 2010/01/12 cronaca true false prova box fotogallery NO mediavideo blu blu true true true true normale false 30 box_fotogallery 2010/01/15 true C_2_articolo_8_foto1.jpg false false L'allarme dell'ambasciata sui rischi per la salute è,&#160;per il secondo cittadino della città partenopea, "inopportuno, perché interviene ad emergenza superata". false gossip NO mediavideo SCUSE DAGLI USA SCUSE DAGLI USA blu La Iervolino contro l'ambasciata Rifiuti a Napoli, la Iervolino contro l'ambasciata blu true true true true Prova Fotog1 true prova Fotog 2 false Il video numero 1 true Aereo in decollo true normale false 30 normale 2010/01/15 true C_2_articolo_9_foto1.jpg La Suprema Corte ha ritenuto giustificato il licenziamento di un impiegato di Telecom. false cronaca NO mediavideo CASSAZIONE CASSAZIONE blu CASSAZIONE SMS da cellulare aziendale: licenziato Licenziato per SMS privati da cellulare aziendale rosso Licenziato per SMS privati da cellulare aziendale true true true true Cosa ne pensi? http://www.tgcom.it/sondaggi/ true La sentenza http://www.cassazione.it/ false normale false 30 normale Scene di guerriglia urbana con auto distrutte a Rosarno, nella Piana di Gioia Tauro, per la rivolta di alcuni lavoratori extracomunitari accampati in condizioni inumane in una fabbrica in disuso. A fare scoppiare la protesta il ferimento, da parte di ignoti, di alcuni extracomunitari con un'arma ad aria compressa. cronaca Immigrati aggrediti, rivolta a Rosarno<BR>La protesta in strada è ripresa oggi blu medio Immigrati feriti con colpi di armi ad aria compressa: scatta la protesta violenta rosso C_2_box28x12_1_foto1.jpg C_2_box28x12_1_foto2.jpg C_2_box28x12_1_foto3.jpg false false entrambi cronaca La rivolta http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo470535.shtml false Le immagini della guerriglia http://www.tgcom.mediaset.it/fotogallery/fotogallery6516.shtml true cronaca/cronacaindex1 s28x12=1&id_zoom28x12=1&id_dilatua28x12=1 cronaca Milano, schianto in centro: un morto Foto di Milano <p>Cresce di giorno in giorno l'eco per gli scontri del fine settimana nel centro calabrese: il ministero degli Esteri egiziano chiede al governo di intervenire e promette di sollevare il caso</p> C_2_fotogallery_1_foto1.jpg C_2_fotogallery_1_foto2.jpg C_2_fotogallery_1_foto3.jpg cronaca prova num1 ciao ciao true