TGCOM

Cronaca

Tutte le ultim'ora

6/12/2008

Tettamanzi: "Moschee nei quartieri"

Milano, polemiche sulla Curia

Per alcuni ha avuto un estremo coraggio e per altri ha fatto un passo falso. Divide come non mai il discorso sul dialogo con l'Islam, pronunciato dal Cardinale Tettamanzi, durante le celebrazioni di Sant'Ambrogio a Milano. "C'è bisogno - ha detto l'alto prelato - di luoghi di preghiera in tutti i quartieri della città: in modo particolare per i fedeli dell'Islam". Insorge la Lega Nord: "Ci pensi la Curia ad aprire le moschee". 

Tettamanzi parla della sua Milano e la descrive come una città ancora lontana dall'idea cristiana della solidarietà e del dialogo. Il prelato affronta temi spinosi: accoglienza, dialogo, immigrazione, indifferenza: "è necessario il dialogo con le altre culture e con le altre religioni". La sua omelia è solo una parte di una riflessione scritta in occasione dei giorni della festa del Patrono di Milano. Tettamanzi approfitta delle valutazioni del Vaticano che, alcuni giorni fa, ha incoraggiato, con le dovute cautele, la libertà religiosa ed l'apertura dei luoghi di culto per le diverse religioni.

Il Cardinale sa che proprio nel Milanese, qualche giorno fa, la Digos ha messo le mentte a due fondamentalisti islamici che preparavano attacchi in città per Natale. E nonostante la paura e il clima decisamente contrario ad aperture di credito con i musulmani, il prelato affronta lo spinosa questione della libertà di culto come valore di laicità assoluta.

Poi pronuncia il passo più discusso che ha destato la protesta della Lega Nord e di parte del Pdl milanese: "c'è bisogno di luoghi di preghiera in tutti i quartieri della città: ne hanno un bisogno ancora più urgente le persone che appartengono a religioni diverse da quella cristiana, in modo particolare all'Islam. Abbiamo bisogno anche di iniziative culturali che favoriscano la riflessione, non di provocazioni che suscitano esclusivamente dibattiti sterili".

Immediatamente partono le reazioni incrociate della politica. All'uscita dalla Basilica Sant'Ambrogio i cronisti cercano il sindaco Letizia Moratti e le strappano un commento. Il primo cittadino è visibilmente imbarazzata, quasi sfuggente: "Il cardinale Tettamanzi non ha parlato apertamente di moschee", prova ad abbozzare. Ma è evidente che le parole del capo della Curia milanese sono una patata bollente per il sindaco. Ma non per il leghista Matteo Salvini che della lotta alle moschee è il paladino in città: "Se la Curia ha soldi e spazi dia pure le moschee agli islamici, ma il Comune non lo farà".

Più cauto, conciliante e vago il presidente della Regione, Roberto Formigoni: "Dal cardinale parole importanti di dialogo". Apprezzamento dal presidente della Provincia, Filippo Penati che parla di "coraggio da parte di Tettamanzi" e di "giusto metodo del dialogo nel rispetto della legalità e della sicurezza".

Invia un commento


COMMENTI

10/12/09

roberto

Tettamanzi non conosce la storia(o fa finta di non conoscerla).Non vuole parlare dei milioni di martiri cristiani.Certo oggi lui si sente protetto dai tanti cristiani che frequentando la chiesa cattolica .La trasmigrazione clandestina costituisce la nuova conquista dell'islam verso l'occidente:si legga la storia ,per 1300 anni l'islam ha cercato di conquistare l'europa:adesso ci riuscirà con l'emigrazione clandestina:tutti questi clandestini portano con loro il fanatisno islamico.
18/01/09

ROSSA

HA RAGIONE SERGIO CHE SCENDESSERO IN MEZZO ALLA GENTE, VIVESSERO ANCHE LORO NELLE PERIFERIE CON TUTTE QUESTE PSEUDO ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO CHE PULLULANO DA OGNI LATO PERCHE' HANNO SONVENZIONI A NON FINIRE E POI TANTE MOSCHEE IN ITALIA TANTE CHIESE CATTOLICHE NEI PAESI ISLAMICI!!!!! E LIBERTà DI CULTO!!!!!
18/12/08

massimiliano

Sono completamente solidale con le posizioni di Matteo Salvini, lui e la Lega unici baluardi a difesa della nostra integrità a 360 gradi.
Le dichiarazioni del cardinale non possono essere quelle di un cristiano, che in quanto tale dovrebbe diffondere il verbo della sua fede,non quella degli altri.
Il cardinale Tettamanzi quando non funge alla sua funzione si mette fuori dalla sua giurisdizione e si parifica ad un qualsiasi politico, con la differenza che lui non lo ha votato nessuno.
18/12/08

Sergio

Tettamanzi fa gli interessi della Caritas, che guadagna moltissimo sugli immigrati, ed a spese nostre. L´invasione islamica e´agevolata dalla curia, non si capisce il perche´se non che ci crestano sopra, e in aggiunta ci fanno pure la morale.
09/12/08

Claudio

Tettamanzi parla dall'alto del suo scranno, al sicuro di tutti i pericoli temporali e con lo scopo, non tanto velato, di imporre la politica del Vaticano. Dato che ne' lui, ne' gli altri suoi colleghi sono dei santi e, quindi, non vivono nell'empireo, gli consiglio di scendere per le strade, come ogni comune mortale e di sbattere il naso con la realtà quotidiana, anche per quanto riguarda la religione!
IN PRIMO PIANO
context=|polymedia.skiptransform=true| 2009/12/29 cronaca true false normale false 30 NO mediavideo prova num1 blu ciao ciao blu true true true true 2010/01/07 Chi l’avrebbe mai detto&#160;che la prima esperienza dei ragazzi di <strong>"Amici" di Maria De Filippi </strong>sarebbe giunta ancor prima della conclusione del programma&#160;in onda su&#160;<strong>Canale 5</strong>? Sì, perché le giovani promesse che la trasmissione&#160; ogni anno sforna questa volta sono state spedite al <strong>Teatro Nazionale di Milano</strong>&#160;per vedere uno dei più riusciti musical del momento, "<strong>La Bella e la Bestia",</strong> ma non solo...&#160;Lì hanno&#160;anche&#160;incontrato&#160;l'intero cast prima dello spettacolo. true false false Chi l’avrebbe mai detto&#160;che la prima esperienza dei ragazzi di <strong>"Amici" di Maria De Filippi </strong>sarebbe giunta ancor prima della conclusione del programma&#160;in onda su&#160;<strong>Canale 5</strong>? Sì, perché le giovani promesse che la trasmissione! false gossip NO mediavideo mv: Amici a "La Bella e la Bestia" box: Amici a "La Bella e la Bestia" blu art: Amici a "La Bella e la Bestia" mv:ragazzi di Maria De Filippi a teatro box:ragazzi di Maria De Filippi a teatro blu art:ragazzi di Maria De Filippi a teatro true true true true normale false 30 normale 2010/01/12 cronaca true false prova box fotogallery NO mediavideo blu blu true true true true normale false 30 box_fotogallery 2010/01/15 true C_2_articolo_8_foto1.jpg false false L'allarme dell'ambasciata sui rischi per la salute è,&#160;per il secondo cittadino della città partenopea, "inopportuno, perché interviene ad emergenza superata". false gossip NO mediavideo SCUSE DAGLI USA SCUSE DAGLI USA blu La Iervolino contro l'ambasciata Rifiuti a Napoli, la Iervolino contro l'ambasciata blu true true true true Prova Fotog1 true prova Fotog 2 false Il video numero 1 true Aereo in decollo true normale false 30 normale 2010/01/15 true C_2_articolo_9_foto1.jpg La Suprema Corte ha ritenuto giustificato il licenziamento di un impiegato di Telecom. false cronaca NO mediavideo CASSAZIONE CASSAZIONE blu CASSAZIONE SMS da cellulare aziendale: licenziato Licenziato per SMS privati da cellulare aziendale rosso Licenziato per SMS privati da cellulare aziendale true true true true Cosa ne pensi? http://www.tgcom.it/sondaggi/ true La sentenza http://www.cassazione.it/ false normale false 30 normale Scene di guerriglia urbana con auto distrutte a Rosarno, nella Piana di Gioia Tauro, per la rivolta di alcuni lavoratori extracomunitari accampati in condizioni inumane in una fabbrica in disuso. A fare scoppiare la protesta il ferimento, da parte di ignoti, di alcuni extracomunitari con un'arma ad aria compressa. cronaca Immigrati aggrediti, rivolta a Rosarno<BR>La protesta in strada è ripresa oggi blu medio Immigrati feriti con colpi di armi ad aria compressa: scatta la protesta violenta rosso C_2_box28x12_1_foto1.jpg C_2_box28x12_1_foto2.jpg C_2_box28x12_1_foto3.jpg false false entrambi cronaca La rivolta http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo470535.shtml false Le immagini della guerriglia http://www.tgcom.mediaset.it/fotogallery/fotogallery6516.shtml true cronaca/cronacaindex1 s28x12=1&id_zoom28x12=1&id_dilatua28x12=1 cronaca Milano, schianto in centro: un morto Foto di Milano <p>Cresce di giorno in giorno l'eco per gli scontri del fine settimana nel centro calabrese: il ministero degli Esteri egiziano chiede al governo di intervenire e promette di sollevare il caso</p> C_2_fotogallery_1_foto1.jpg C_2_fotogallery_1_foto2.jpg C_2_fotogallery_1_foto3.jpg cronaca prova num1 ciao ciao true