TGCOM

Cronaca

Tutte le ultim'ora

17/12/2007

Madre e figlia uccise in casa

Alessandria, indagato il capofamiglia

Nuova strage in famiglia, questa volta nell'Alessandrino. Una donna di 54 anni, Mariangela Navone, e la figlia di 21, Antonella Grassano, sono state trovate uccise nella loro abitazione di Arquata Scrivia. I carabinieri hanno trovato in casa il capofamiglia, in stato confusionale. L'uomo è ora indagato. Le vittime sono state ritrovate nei rispettivi letti con la testa fracassata appoggiata al cuscino.

Le due donne sono state uccise a martellate. L'arma è stata ritrovata in un cesto, in cucina, ripulita. Il duplice omicidio potrebbe risalire a domenica mattina. L'allarme è stato dato da due colleghi della donna che lavoravano con lei presso il Comune di Arquata Scrivia. Preoccupati per l'assenza al lavoro, i due sono andati a casa di Mariangela Navone dove hanno trovato la porta aperta. Entrati, hanno scoperto i cadaveri.

I carabinieri, giunti sul posto, hanno trovato il marito di Mariangela Navone, Angelo Grassano, 55 anni, stordito, nel suo laboratorio di falegnameria al piano terra dello stesso edificio. L'uomo è stato portato in caserma dove è stato lungamente ascoltato. Al termine dell'interrogatorio l'uomo è stato indagato per il duplice omicidio. Il delitto sarebbe stato innescato dalla depressione, di cui l'artigiano soffriva.

Stando ai primi accertamenti del medico legale, Mariangela Navone, 54 anni, e Antonella Grassano, 21, sarebbero state uccise nelle prime ore di domenica mattina e per tutta la domenica i vicini di casa sostengono di non avere sentito né rumori, né voci provenire dall'abitazione dei Grassano. L'arma del delitto, una mazzetta da falegname, è stata
trovata nel cesto della legna vicino al camino, mentre i vestiti, con tracce di sangue, sono stati sequestrati su un attaccapanni vicino all'ingresso.

La sorella di Mariangela Navone, accorsa nella casa di Arquata da un paese vicino, non sa darsi pace: "Non è possibile - dice - che le abbia uccise mio cognato, è sempre stato tranquillo, non farebbe del male a nessuno. Sarà stato un estraneo che è entrato in casa". Incredulo anche un giovane che aveva fatto un tirocinio di apprendistato nel laboratorio di Grassano: "Sapevo che aveva sofferto di depressione - racconta - ma l'ho incontrato tre giorni fa e le sue condizioni mi parevano migliorate". Il duplice delitto è stato scoperto in un caseggiato a due piano nel centro di Arquata Scrivia: i corpi erano al primo piano della casa, sulla sinistra, sopra la falegnameria, nei rispettivi letti. Entrambe indossavano il pigiama. 

IN PRIMO PIANO
context=|polymedia.skiptransform=true| 2009/12/29 cronaca true false normale false 30 NO mediavideo prova num1 blu ciao ciao blu true true true true 2010/01/07 Chi l’avrebbe mai detto&#160;che la prima esperienza dei ragazzi di <strong>"Amici" di Maria De Filippi </strong>sarebbe giunta ancor prima della conclusione del programma&#160;in onda su&#160;<strong>Canale 5</strong>? Sì, perché le giovani promesse che la trasmissione&#160; ogni anno sforna questa volta sono state spedite al <strong>Teatro Nazionale di Milano</strong>&#160;per vedere uno dei più riusciti musical del momento, "<strong>La Bella e la Bestia",</strong> ma non solo...&#160;Lì hanno&#160;anche&#160;incontrato&#160;l'intero cast prima dello spettacolo. true false false Chi l’avrebbe mai detto&#160;che la prima esperienza dei ragazzi di <strong>"Amici" di Maria De Filippi </strong>sarebbe giunta ancor prima della conclusione del programma&#160;in onda su&#160;<strong>Canale 5</strong>? Sì, perché le giovani promesse che la trasmissione! false gossip NO mediavideo mv: Amici a "La Bella e la Bestia" box: Amici a "La Bella e la Bestia" blu art: Amici a "La Bella e la Bestia" mv:ragazzi di Maria De Filippi a teatro box:ragazzi di Maria De Filippi a teatro blu art:ragazzi di Maria De Filippi a teatro true true true true normale false 30 normale 2010/01/12 cronaca true false prova box fotogallery NO mediavideo blu blu true true true true normale false 30 box_fotogallery 2010/01/15 true C_2_articolo_8_foto1.jpg false false L'allarme dell'ambasciata sui rischi per la salute è,&#160;per il secondo cittadino della città partenopea, "inopportuno, perché interviene ad emergenza superata". false gossip NO mediavideo SCUSE DAGLI USA SCUSE DAGLI USA blu La Iervolino contro l'ambasciata Rifiuti a Napoli, la Iervolino contro l'ambasciata blu true true true true Prova Fotog1 true prova Fotog 2 false Il video numero 1 true Aereo in decollo true normale false 30 normale 2010/01/15 true C_2_articolo_9_foto1.jpg La Suprema Corte ha ritenuto giustificato il licenziamento di un impiegato di Telecom. false cronaca NO mediavideo CASSAZIONE CASSAZIONE blu CASSAZIONE SMS da cellulare aziendale: licenziato Licenziato per SMS privati da cellulare aziendale rosso Licenziato per SMS privati da cellulare aziendale true true true true Cosa ne pensi? http://www.tgcom.it/sondaggi/ true La sentenza http://www.cassazione.it/ false normale false 30 normale Scene di guerriglia urbana con auto distrutte a Rosarno, nella Piana di Gioia Tauro, per la rivolta di alcuni lavoratori extracomunitari accampati in condizioni inumane in una fabbrica in disuso. A fare scoppiare la protesta il ferimento, da parte di ignoti, di alcuni extracomunitari con un'arma ad aria compressa. cronaca Immigrati aggrediti, rivolta a Rosarno<BR>La protesta in strada è ripresa oggi blu medio Immigrati feriti con colpi di armi ad aria compressa: scatta la protesta violenta rosso C_2_box28x12_1_foto1.jpg C_2_box28x12_1_foto2.jpg C_2_box28x12_1_foto3.jpg false false entrambi cronaca La rivolta http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo470535.shtml false Le immagini della guerriglia http://www.tgcom.mediaset.it/fotogallery/fotogallery6516.shtml true cronaca/cronacaindex1 s28x12=1&id_zoom28x12=1&id_dilatua28x12=1 cronaca Milano, schianto in centro: un morto Foto di Milano <p>Cresce di giorno in giorno l'eco per gli scontri del fine settimana nel centro calabrese: il ministero degli Esteri egiziano chiede al governo di intervenire e promette di sollevare il caso</p> C_2_fotogallery_1_foto1.jpg C_2_fotogallery_1_foto2.jpg C_2_fotogallery_1_foto3.jpg cronaca prova num1 ciao ciao true