ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
11/11/2005

Bimba morta in cassonetto:3 arresti

Uccisa immergendola nell'acqua bollente

L'hanno trovata, ormai senza vita, in un cassonetto di Enna, nei pressi di Pergusa: l'ennesima neonata gettata via come spazzatura. Ma per ucciderla, la madre, una badante romena, e i suoi datori di lavoro, una coppia di ennesi, avrebbero immerso ripetutamente la piccina nell'acqua bollente. Tutti e tre sono stati arrestati: e ora si accusano a vicenda per le torture inferte alla bambina.

Quando i poliziotti hanno trovato il corpicino della piccola, sembrava "solo" l'ennesimo, tragico caso di una creatura indesiderata, gettata via come immondizia. L'hanno ciamata Angelica, giusto per darle un nome da scrivere sulla lapide al cimitero, e il caso sembrava quasi chiuso. E invece, all'orrore si è aggiunto altro orrore quando gli agenti, sul corpo della bimba, hanno trovato ustioni di terzo e quarto grado. Segni di una vera e propria tortura: secondo gli investigatori la bimba sarebbe stata ripetutamente immersa in acqua bollente.

Gli inquirenti sono risaliti alla madre poche ore dopo: è Joana Marin, rumena 41enne, subito finita in manette. Ma con lei sono stati arrestati anche i suoi datori di lavoro, i coniugi ennesi Giovanni Scevole, pensionato 63enne, e la moglie Rachela Pirrera, casalinga di 54 anni, presso i quali la straniera era arrivata da una settimana per prendersi cura della madre ultraottantenne della Pirrera.

Nel corso dei lunghissimi interrogatori la madre della piccola ha sostenuto di avere partorito da sola, fuori dalla casa, e di aver quindi consegnato la bambina a Scevole, sostenendo che da quel momento non ha saputo più nulla della neonata. Una versione smentita dai riscontri effettuati nell'abitazione: in bagno, infatti, sono state trovate le tracce del parto.

Scevole, da parte sua, ha sostenuto di essersi limitato a gettare un sacchetto con il corpicino della piccola. Ma qualcuno, di sicuro, ha aiutato la romena a partorire, perché sotto le ascelle della neonata sono stati trovati i lividi tipici di un'estrazione durante il parto. Ad aiutare la donna, dunque, sarebbe stata la moglie del pensionato, che però si è avvalsa della facoltà di non rispondere: quando è stata arrestata, a quanto pare, si sarebbe preoccupata esclusivamente di chi avrebbe dato da mangiare al suo cane.

Resta il dubbio di chi abbia ucciso la bambina, ustionandola nell'acqua bollente: la madre accusa il datore di lavoro, che però nega. E rimane da capire anche che cosa abbia spinto la coppia ennese a partecipare ad un infanticidio tanto efferato. Si tratta di una coppia di vedovi, ciascuno con figli adulti, sposatisi alcuni anni fa. Secondo l'ipotesi più probabile, i due temevano che se la badante avesse partorito in ospedale si sarebbe scoperto che loro avevano assunto una clandestina.

"In questo caso - commentato il dirigente della squadra mobile di Enna, Tito Cicero - non si può neanche parlare di degrado sociale, ma solo di totale mancanza di valori. La soddisfazione di avere chiuso il caso in poche ore e di avere assicurato alla giustizia i responsabili di questa morte assurda non compensa la tragedia umana che abbiamo vissuto come uomini".

IN PRIMO PIANO
context=|polymedia.skiptransform=true| 2009/12/29 cronaca true false normale false 30 NO mediavideo prova num1 blu ciao ciao blu true true true true 2010/01/07 Chi l’avrebbe mai detto&#160;che la prima esperienza dei ragazzi di <strong>"Amici" di Maria De Filippi </strong>sarebbe giunta ancor prima della conclusione del programma&#160;in onda su&#160;<strong>Canale 5</strong>? Sì, perché le giovani promesse che la trasmissione&#160; ogni anno sforna questa volta sono state spedite al <strong>Teatro Nazionale di Milano</strong>&#160;per vedere uno dei più riusciti musical del momento, "<strong>La Bella e la Bestia",</strong> ma non solo...&#160;Lì hanno&#160;anche&#160;incontrato&#160;l'intero cast prima dello spettacolo. true false false Chi l’avrebbe mai detto&#160;che la prima esperienza dei ragazzi di <strong>"Amici" di Maria De Filippi </strong>sarebbe giunta ancor prima della conclusione del programma&#160;in onda su&#160;<strong>Canale 5</strong>? Sì, perché le giovani promesse che la trasmissione! false gossip NO mediavideo mv: Amici a "La Bella e la Bestia" box: Amici a "La Bella e la Bestia" blu art: Amici a "La Bella e la Bestia" mv:ragazzi di Maria De Filippi a teatro box:ragazzi di Maria De Filippi a teatro blu art:ragazzi di Maria De Filippi a teatro true true true true normale false 30 normale 2010/01/12 cronaca true false prova box fotogallery NO mediavideo blu blu true true true true normale false 30 box_fotogallery 2010/01/15 true C_2_articolo_8_foto1.jpg false false L'allarme dell'ambasciata sui rischi per la salute è,&#160;per il secondo cittadino della città partenopea, "inopportuno, perché interviene ad emergenza superata". false gossip NO mediavideo SCUSE DAGLI USA SCUSE DAGLI USA blu La Iervolino contro l'ambasciata Rifiuti a Napoli, la Iervolino contro l'ambasciata blu true true true true Prova Fotog1 true prova Fotog 2 false Il video numero 1 true Aereo in decollo true normale false 30 normale 2010/01/15 true C_2_articolo_9_foto1.jpg La Suprema Corte ha ritenuto giustificato il licenziamento di un impiegato di Telecom. false cronaca NO mediavideo CASSAZIONE CASSAZIONE blu CASSAZIONE SMS da cellulare aziendale: licenziato Licenziato per SMS privati da cellulare aziendale rosso Licenziato per SMS privati da cellulare aziendale true true true true Cosa ne pensi? http://www.tgcom.it/sondaggi/ true La sentenza http://www.cassazione.it/ false normale false 30 normale Scene di guerriglia urbana con auto distrutte a Rosarno, nella Piana di Gioia Tauro, per la rivolta di alcuni lavoratori extracomunitari accampati in condizioni inumane in una fabbrica in disuso. A fare scoppiare la protesta il ferimento, da parte di ignoti, di alcuni extracomunitari con un'arma ad aria compressa. cronaca Immigrati aggrediti, rivolta a Rosarno<BR>La protesta in strada è ripresa oggi blu medio Immigrati feriti con colpi di armi ad aria compressa: scatta la protesta violenta rosso C_2_box28x12_1_foto1.jpg C_2_box28x12_1_foto2.jpg C_2_box28x12_1_foto3.jpg false false entrambi cronaca La rivolta http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo470535.shtml false Le immagini della guerriglia http://www.tgcom.mediaset.it/fotogallery/fotogallery6516.shtml true cronaca/cronacaindex1 s28x12=1&id_zoom28x12=1&id_dilatua28x12=1 cronaca Milano, schianto in centro: un morto Foto di Milano <p>Cresce di giorno in giorno l'eco per gli scontri del fine settimana nel centro calabrese: il ministero degli Esteri egiziano chiede al governo di intervenire e promette di sollevare il caso</p> C_2_fotogallery_1_foto1.jpg C_2_fotogallery_1_foto2.jpg C_2_fotogallery_1_foto3.jpg cronaca prova num1 ciao ciao true