ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
26/8/2004

"Non c'è stata violenza su Vera"

Ma autopsia non chiarisce cause morte

Non è stata violentata, né tantomento segregata o maltrattata. Ma ancora non è chiaro se sia annegata nel Tevere o se vi sia stata gettata dopo essere stata uccisa: l'autopsia sul corpo di Vera heinzl, la studentessa tedesca scomparsa venerdì e ripescata dall'acqua martedì, chiarisce solo in parte il giallo sulla morte della giovane. Ma lascia aperti ancora molti, troppi interrogativi. E il marocchino accusato di averla uccisa resta in cella.

Clicca per aprire l'infografica

Per stabilire se la giovane sia morta annegata bisogna attendere gli esami dei polmoni e dei liquidi biologici: secondo uno dei due medici legali che hanno eseguito l'autopsia, Paolo Arbarello, lo stato di decomposizione del cadavere non consente infatti di stabilire ora la causa della morte. Anche se viene escluso che la ragazza sia stata violentata, e sul corpo della giovane tedesca non sono stati trovati segni di maltrattamenti, di percosse, né i lividi di legacci che una segregazione avrebbe senza dubbio lasciato.

E così una delle ipotesi degli inquirenti, quella che Vera fosse stata rapita dal marocchino che ora è in carcere con l'accusa di omicidio, cade. Restano i dubbi sulla scomparsa e sulla morte della studentessa: aveva bevuto alcolici prima di morire? Era stata drogata? E' caduta nel Tevere tentando di difendersi da un'aggressione? Per il momento solo a quest'ultima domanda c'è una risposta, ma è parziale: sotto le unghie della ragazza non sono stati trovati frammenti di pelle, né tracce di altri elementi che possano far pensare che la giovane tedesca si sia difesa da un aggressore (il marocchino in carcere, invece, ha un graffio sulla faccia, che però sostiene di essersi procurato cadendo). Secondo i medici legali, però, la prolungata permanenza in acqua potrebbe aver fatto sparire eventuali tracce, e quindi anche in questo caso l'esame non è determinante.

Ora gli inquirenti attendono di conoscere l'esito delle analisi sui polmoni della ragazza, che arriveranno tra qualche giorno: solo allora il giallo potrà forse cominciare a chiarirsi.

Vera Heinzl (AP)
IN PRIMO PIANO
context=|polymedia.skiptransform=true| 2009/12/29 cronaca true false normale false 30 NO mediavideo prova num1 blu ciao ciao blu true true true true 2010/01/07 Chi l’avrebbe mai detto&#160;che la prima esperienza dei ragazzi di <strong>"Amici" di Maria De Filippi </strong>sarebbe giunta ancor prima della conclusione del programma&#160;in onda su&#160;<strong>Canale 5</strong>? Sì, perché le giovani promesse che la trasmissione&#160; ogni anno sforna questa volta sono state spedite al <strong>Teatro Nazionale di Milano</strong>&#160;per vedere uno dei più riusciti musical del momento, "<strong>La Bella e la Bestia",</strong> ma non solo...&#160;Lì hanno&#160;anche&#160;incontrato&#160;l'intero cast prima dello spettacolo. true false false Chi l’avrebbe mai detto&#160;che la prima esperienza dei ragazzi di <strong>"Amici" di Maria De Filippi </strong>sarebbe giunta ancor prima della conclusione del programma&#160;in onda su&#160;<strong>Canale 5</strong>? Sì, perché le giovani promesse che la trasmissione! false gossip NO mediavideo mv: Amici a "La Bella e la Bestia" box: Amici a "La Bella e la Bestia" blu art: Amici a "La Bella e la Bestia" mv:ragazzi di Maria De Filippi a teatro box:ragazzi di Maria De Filippi a teatro blu art:ragazzi di Maria De Filippi a teatro true true true true normale false 30 normale 2010/01/12 cronaca true false prova box fotogallery NO mediavideo blu blu true true true true normale false 30 box_fotogallery 2010/01/15 true C_2_articolo_8_foto1.jpg false false L'allarme dell'ambasciata sui rischi per la salute è,&#160;per il secondo cittadino della città partenopea, "inopportuno, perché interviene ad emergenza superata". false gossip NO mediavideo SCUSE DAGLI USA SCUSE DAGLI USA blu La Iervolino contro l'ambasciata Rifiuti a Napoli, la Iervolino contro l'ambasciata blu true true true true Prova Fotog1 true prova Fotog 2 false Il video numero 1 true Aereo in decollo true normale false 30 normale 2010/01/15 true C_2_articolo_9_foto1.jpg La Suprema Corte ha ritenuto giustificato il licenziamento di un impiegato di Telecom. false cronaca NO mediavideo CASSAZIONE CASSAZIONE blu CASSAZIONE SMS da cellulare aziendale: licenziato Licenziato per SMS privati da cellulare aziendale rosso Licenziato per SMS privati da cellulare aziendale true true true true Cosa ne pensi? http://www.tgcom.it/sondaggi/ true La sentenza http://www.cassazione.it/ false normale false 30 normale Scene di guerriglia urbana con auto distrutte a Rosarno, nella Piana di Gioia Tauro, per la rivolta di alcuni lavoratori extracomunitari accampati in condizioni inumane in una fabbrica in disuso. A fare scoppiare la protesta il ferimento, da parte di ignoti, di alcuni extracomunitari con un'arma ad aria compressa. cronaca Immigrati aggrediti, rivolta a Rosarno<BR>La protesta in strada è ripresa oggi blu medio Immigrati feriti con colpi di armi ad aria compressa: scatta la protesta violenta rosso C_2_box28x12_1_foto1.jpg C_2_box28x12_1_foto2.jpg C_2_box28x12_1_foto3.jpg false false entrambi cronaca La rivolta http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo470535.shtml false Le immagini della guerriglia http://www.tgcom.mediaset.it/fotogallery/fotogallery6516.shtml true cronaca/cronacaindex1 s28x12=1&id_zoom28x12=1&id_dilatua28x12=1 cronaca Milano, schianto in centro: un morto Foto di Milano <p>Cresce di giorno in giorno l'eco per gli scontri del fine settimana nel centro calabrese: il ministero degli Esteri egiziano chiede al governo di intervenire e promette di sollevare il caso</p> C_2_fotogallery_1_foto1.jpg C_2_fotogallery_1_foto2.jpg C_2_fotogallery_1_foto3.jpg cronaca prova num1 ciao ciao true