TG COM

!! AVVISO !! Se non vedi la grafica probabilmente stai usando un browser che non supporta gli standards web, hai comunque la piena accessibilita' ai contenuti di questo sito

ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
15/9/2003

Cani pericolosi?Colpa dell'ambiente

I padroni influenzano i comportamenti

"In base alla genetica non esistono cani pericolosi, tutto dipende dai loro padroni". Lo afferma con sicurezza Maurizio Pasinato, medico veterinario, direttore della Sisca, Società italiana di scienze comportamentali che studia appunto gli atteggiamenti dei quattrozampe. "Ci sono cani stressati, ansiosi, frustati, obesi, aggressivi: i loro comportamenti derivano dall'educazione impartita dai loro proprietari e dall'ambiente in cui vivono".

I proprietari di animali credono di avere a che fare con un oggetto e non con un essere vivente. Così comprano i cani in base alle mode del momento senza preoccuparsi delle caratteristiche fisiche e psichiche correlate all'etogramma della bestiola prescelta, ossia al suo programma biologico-comportamentale in relazione all'ambiente” spiega al Tgcom Pasinato.

Dal suo ambulatorio transitano ogni anno centinaia di cani e gatti. “Alcuni cani hanno una reattività più spinta e tendono a reagire agli stimoli esterni in modo non appropriato. Se finiscono in mano a questi pseudo-addestratori, che definisco cagnari, il loro comportamento può essere spinto all’aggressività – dice il veterinario - Ma la cosa più assurda è stilare una lista nera con le razze pericolose: chi l’ha fatta non ha interpellato persone competenti che conoscono bene la materia”.

Possono allora gli stimoli esterni, ad esempio il traffico da città i rumori, il caos, a stressare il cane fino a renderlo aggressivo? “Un cane stressato, in genere, è apatico, non partecipa al contesto sociale, ha dei comportamenti aberranti (come quello di leccarsi una zampa fino a procurarsi delle piaghe) – aggiunge l’esperto di disturbi comportamentali – Ma l’ambiente circostante è molto importante per il benessere di un animale. Lo spazio deve essere adeguato alla taglia. Ed è altrettanto assurdo affidare un agile levriero a un nonnetto di 80 anni piuttosto che un pigro bassetthound a uno sportivo”.

Noi italiani non siamo un popolo di animalisti: acquistiamo i cani senza preparazione e in base alle mode. Poi tendiamo a bombardare gli animali domestici con messaggi incoerenti rispetto a quelli del loro mondo: avete mai visto in giro cani con il cappottino di lana o con il collare luccicante? – dice Pasinato – Molte persone attribuiscono agli animali desideri che non sono propri dei cani, li vogliono personalizzare. Trattano il quattrozampe come un nostro simile e accettano che, ad esempio, dorma sul letto o mangi solo bocconcini succulenti. Tutto questo significa assegnargli il controllo delle iniziative e quindi il ruolo di capobranco, che invece deve essere proprio del padrone”.

Ma vediamo quali sono gli atteggiamenti che il cane può tradurre in aggressività. “Fondamentale è l’educazione nei primi mesi di vita dell’animale. Giocare con il cane a tiramolla con una corda è sbagliato perché stimola la sua competitività e aggressività. Così pure è sbagliato sgridare il cane in un momento successivo all’atto che si vuol punire: se sgrido il cane per aver fatto i bisogni in un posto in cui non doveva ore e ore dopo il gesto, l’animale non capirà il senso della punizione. Se si vuole educarlo, bisogna sgridarlo nel momento in cui compie l’azione – spiega il veterinario – E ancora, supponiamo che il nostro cucciolo stia mordendo un osso e quando noi ci avviciniamo ringhi. Se noi ci allontaniamo sbagliamo ad educarlo: noi ci dobbiamo avvicinare e fargli capire che siamo il capobranco. Se si instaura un rapporto corretto con l’animale, il nostro quattrozampe ci darà solo soddisfazioni”.

Barbara Songia

 

pasinato.jpg
IN PRIMO PIANO
context=|polymedia.skiptransform=true| 2009/12/29 cronaca true false normale false 30 NO mediavideo prova num1 blu ciao ciao blu true true true true 2010/01/07 Chi l’avrebbe mai detto&#160;che la prima esperienza dei ragazzi di <strong>"Amici" di Maria De Filippi </strong>sarebbe giunta ancor prima della conclusione del programma&#160;in onda su&#160;<strong>Canale 5</strong>? Sì, perché le giovani promesse che la trasmissione&#160; ogni anno sforna questa volta sono state spedite al <strong>Teatro Nazionale di Milano</strong>&#160;per vedere uno dei più riusciti musical del momento, "<strong>La Bella e la Bestia",</strong> ma non solo...&#160;Lì hanno&#160;anche&#160;incontrato&#160;l'intero cast prima dello spettacolo. true false false Chi l’avrebbe mai detto&#160;che la prima esperienza dei ragazzi di <strong>"Amici" di Maria De Filippi </strong>sarebbe giunta ancor prima della conclusione del programma&#160;in onda su&#160;<strong>Canale 5</strong>? Sì, perché le giovani promesse che la trasmissione! false gossip NO mediavideo mv: Amici a "La Bella e la Bestia" box: Amici a "La Bella e la Bestia" blu art: Amici a "La Bella e la Bestia" mv:ragazzi di Maria De Filippi a teatro box:ragazzi di Maria De Filippi a teatro blu art:ragazzi di Maria De Filippi a teatro true true true true normale false 30 normale 2010/01/12 cronaca true false prova box fotogallery NO mediavideo blu blu true true true true normale false 30 box_fotogallery 2010/01/15 true C_2_articolo_8_foto1.jpg false false L'allarme dell'ambasciata sui rischi per la salute è,&#160;per il secondo cittadino della città partenopea, "inopportuno, perché interviene ad emergenza superata". false gossip NO mediavideo SCUSE DAGLI USA SCUSE DAGLI USA blu La Iervolino contro l'ambasciata Rifiuti a Napoli, la Iervolino contro l'ambasciata blu true true true true Prova Fotog1 true prova Fotog 2 false Il video numero 1 true Aereo in decollo true normale false 30 normale 2010/01/15 true C_2_articolo_9_foto1.jpg La Suprema Corte ha ritenuto giustificato il licenziamento di un impiegato di Telecom. false cronaca NO mediavideo CASSAZIONE CASSAZIONE blu CASSAZIONE SMS da cellulare aziendale: licenziato Licenziato per SMS privati da cellulare aziendale rosso Licenziato per SMS privati da cellulare aziendale true true true true Cosa ne pensi? http://www.tgcom.it/sondaggi/ true La sentenza http://www.cassazione.it/ false normale false 30 normale Scene di guerriglia urbana con auto distrutte a Rosarno, nella Piana di Gioia Tauro, per la rivolta di alcuni lavoratori extracomunitari accampati in condizioni inumane in una fabbrica in disuso. A fare scoppiare la protesta il ferimento, da parte di ignoti, di alcuni extracomunitari con un'arma ad aria compressa. cronaca Immigrati aggrediti, rivolta a Rosarno<BR>La protesta in strada è ripresa oggi blu medio Immigrati feriti con colpi di armi ad aria compressa: scatta la protesta violenta rosso C_2_box28x12_1_foto1.jpg C_2_box28x12_1_foto2.jpg C_2_box28x12_1_foto3.jpg false false entrambi cronaca La rivolta http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo470535.shtml false Le immagini della guerriglia http://www.tgcom.mediaset.it/fotogallery/fotogallery6516.shtml true cronaca/cronacaindex1 s28x12=1&id_zoom28x12=1&id_dilatua28x12=1 cronaca Milano, schianto in centro: un morto Foto di Milano <p>Cresce di giorno in giorno l'eco per gli scontri del fine settimana nel centro calabrese: il ministero degli Esteri egiziano chiede al governo di intervenire e promette di sollevare il caso</p> C_2_fotogallery_1_foto1.jpg C_2_fotogallery_1_foto2.jpg C_2_fotogallery_1_foto3.jpg cronaca prova num1 ciao ciao true