TG COM

!! AVVISO !! Se non vedi la grafica probabilmente stai usando un browser che non supporta gli standards web, hai comunque la piena accessibilita' ai contenuti di questo sito

ULTIMISSIMA 01:50

GUANTANAMO,OBAMA AUTORIZZA PROCESSI

- Usa, cancellato blocco attività carcere

Pubblicità
19/6/2003

17enne uccisa, la città sotto choc

Caccia a stupratore-killer di Mariano

L'hanno ammazzata con tre coltellate dopo aver tentato di violentarla. Teresa Lanfranconi, 17 anni il prossimo 4 luglio, ha cercato di resistere al suo aggressore, ha lottato e barcollato per diversi metri prima di accasciarsi a terra priva di sensi. E ora la gente di tutta Mariano Comense, sconvolta per un omicidio tanto efferato, sta dando  la caccia all'assassino della giovane. L'unica traccia è uno scooter scuro, visto allontanarsi a tutta velocità.

Teresa Lanfranconi

Mercoledì sera, poco dopo le 18.30, Teresa Lanfranconi percorreva una stradina sterrata che costeggia la ferrovia diretta verso la casa degli zii, dove abitava da quando le era morta la mamma. Ma in quel viottolo maledetto qualcuno ha cercato prima di abusare di lei, strappandole i vestiti e togliendole gli slip, poi l'ha colpita con un coltello con una ferocia inaudita. Teresa ha cercato di resistere: sull'asfalto ci sono i segni della lotta e le chiazze di sangue, ma non ce l'ha fatta. Si è appoggiata a un muretto e ha chiesto con un filo di voce aiuto, poi è finita a terra esanime. Un passante l'ha vista barcollante ed è corso in suo aiuto, ma quando si è avvicinato la ragazza è crollata in una pozza di sangue.

L'intervento dell'equipaggio del 118 è stato immediato: da Como è arrivato anche l'elisoccorso, ma il cuore di Teresa non ha mai più ripreso a battere. I sanitari non hanno potuto che constatare il decesso e allertare i carabinieri. Il cadavere della ragazza è rimasto a terra per diverse ore coperto da un telo bianco, dal quale si intravedevano solo i capelli biondi. Mentre le forze dell'ordine cominciavano una serrata caccia all'uomo in tutta la zona, sul luogo del delitto iniziava il lento pellegrinaggio di familiari e amici.

Una città sotto choc
Gli zii, i cugini, il padre sono rimasti per ore attorno a quel telo bianco, increduli, con gli occhi gonfi dal pianto. Nessuno sapeva trovare una spiegazione per un terribile delitto. Teresa frequentava l'istituto linguistico commerciale della città, era ben voluta da tutti, una bella ragazza alta e bionda, un fidanzato e tanti amici. Chi la conosce la descrive come una ragazza solare e sorridente. La notizia della sua morte si è diffusa rapidamente. A gruppetti sono arrivati compagni di scuola e amici sul luogo del delitto: le lacrime rigavano il volto di ognuno di loro, nessuno ha più potuto vedere Teresa, ma tutti aspettavano in silenzio che il magistrato consentisse la rimozione del cadavere. Il furgoncino delle pompe funebri alle 22.30 ha portato il corpo di Teresa all'ospedale Sant'Anna di Como, ma in tanti sono rimasti a piangere davanti al luogo dell'omicidio.

Nel municipio si doveva svolgere una seduta di consiglio comunale, ma la giunta ha deciso di sospendere la discussione. Il sindaco di Mariano, Renato Viganò, è sconvolto: ancora una volta alla sua città tocca assistere a un delitto efferato: "Sono sconvolto. Cosa posso dire davanti a una cosa di questo genere?". Nell'anfiteatro cittadino era in programma una manifestazione di burattini per bambini: tutto è stato sospeso. E il pubblico attonito: "Che cosa succede nella nostra città?".

Interrogato il fidanzato
I carabinieri di Mariano e Cantù stanno battendo tutte le piste per cercare di trovare il killer di Teresa. Ma dell'arma e dell'assassino ancora non c'è traccia. Del caso si sta occupando il magistrato Mariano Fadda, che per ore, nella notte, ha interrogato il fidanzato della ragazza, un 18enne che abita a Meda. Ma il giovane sarebbe del tutto estraneo al delitto, e gli investigatori, così come tutta la città, continuano la caccia all'assassino.

Barbara Songia

carabinieri auto.jpg
IN PRIMO PIANO
context=|polymedia.skiptransform=true| 2009/12/29 cronaca true false normale false 30 NO mediavideo prova num1 blu ciao ciao blu true true true true 2010/01/07 Chi l’avrebbe mai detto&#160;che la prima esperienza dei ragazzi di <strong>"Amici" di Maria De Filippi </strong>sarebbe giunta ancor prima della conclusione del programma&#160;in onda su&#160;<strong>Canale 5</strong>? Sì, perché le giovani promesse che la trasmissione&#160; ogni anno sforna questa volta sono state spedite al <strong>Teatro Nazionale di Milano</strong>&#160;per vedere uno dei più riusciti musical del momento, "<strong>La Bella e la Bestia",</strong> ma non solo...&#160;Lì hanno&#160;anche&#160;incontrato&#160;l'intero cast prima dello spettacolo. true false false Chi l’avrebbe mai detto&#160;che la prima esperienza dei ragazzi di <strong>"Amici" di Maria De Filippi </strong>sarebbe giunta ancor prima della conclusione del programma&#160;in onda su&#160;<strong>Canale 5</strong>? Sì, perché le giovani promesse che la trasmissione! false gossip NO mediavideo mv: Amici a "La Bella e la Bestia" box: Amici a "La Bella e la Bestia" blu art: Amici a "La Bella e la Bestia" mv:ragazzi di Maria De Filippi a teatro box:ragazzi di Maria De Filippi a teatro blu art:ragazzi di Maria De Filippi a teatro true true true true normale false 30 normale 2010/01/12 cronaca true false prova box fotogallery NO mediavideo blu blu true true true true normale false 30 box_fotogallery 2010/01/15 true C_2_articolo_8_foto1.jpg false false L'allarme dell'ambasciata sui rischi per la salute è,&#160;per il secondo cittadino della città partenopea, "inopportuno, perché interviene ad emergenza superata". false gossip NO mediavideo SCUSE DAGLI USA SCUSE DAGLI USA blu La Iervolino contro l'ambasciata Rifiuti a Napoli, la Iervolino contro l'ambasciata blu true true true true Prova Fotog1 true prova Fotog 2 false Il video numero 1 true Aereo in decollo true normale false 30 normale 2010/01/15 true C_2_articolo_9_foto1.jpg La Suprema Corte ha ritenuto giustificato il licenziamento di un impiegato di Telecom. false cronaca NO mediavideo CASSAZIONE CASSAZIONE blu CASSAZIONE SMS da cellulare aziendale: licenziato Licenziato per SMS privati da cellulare aziendale rosso Licenziato per SMS privati da cellulare aziendale true true true true Cosa ne pensi? http://www.tgcom.it/sondaggi/ true La sentenza http://www.cassazione.it/ false normale false 30 normale Scene di guerriglia urbana con auto distrutte a Rosarno, nella Piana di Gioia Tauro, per la rivolta di alcuni lavoratori extracomunitari accampati in condizioni inumane in una fabbrica in disuso. A fare scoppiare la protesta il ferimento, da parte di ignoti, di alcuni extracomunitari con un'arma ad aria compressa. cronaca Immigrati aggrediti, rivolta a Rosarno<BR>La protesta in strada è ripresa oggi blu medio Immigrati feriti con colpi di armi ad aria compressa: scatta la protesta violenta rosso C_2_box28x12_1_foto1.jpg C_2_box28x12_1_foto2.jpg C_2_box28x12_1_foto3.jpg false false entrambi cronaca La rivolta http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo470535.shtml false Le immagini della guerriglia http://www.tgcom.mediaset.it/fotogallery/fotogallery6516.shtml true cronaca/cronacaindex1 s28x12=1&id_zoom28x12=1&id_dilatua28x12=1 cronaca Milano, schianto in centro: un morto Foto di Milano <p>Cresce di giorno in giorno l'eco per gli scontri del fine settimana nel centro calabrese: il ministero degli Esteri egiziano chiede al governo di intervenire e promette di sollevare il caso</p> C_2_fotogallery_1_foto1.jpg C_2_fotogallery_1_foto2.jpg C_2_fotogallery_1_foto3.jpg cronaca prova num1 ciao ciao true