Filetti di triglia fritti in guazzetto di pomodorini e olive verdi

Filetti di triglia fritti in guazzetto di pomodorini e olive verdi Play

    Ingredienti:

    • 6 filetti di Triglie
    • 10 gr di Capperi
    • 200 gr di Olive verdi denocciolate
    • 300 gr di Pomodori ciliegino
    • 1 spicchio di Aglio
    • 1 mazzetto di Basilico
    • 1 Sedano rapa
    • 2 bustine di Zafferano
    • 100 gr di Olio Evo
    • 1 l di Olio di semi di mais
    • Sale q.b.
    • Pepe q.b.

    Procedimento

    Squamate, eviscerate e lavate le triglie, con un coltello ben affilato sfilettate le triglie e togliete con l’aiuto di una pinzetta tutte le spine quindi sciacquatele sotto l’acqua fredda e asciugatele con un foglio di carta assorbente e conservate in frigorifero. Pelate il sedano rapa con l’aiuto di un coltello seghettato quindi tagliatelo a fette di 2 cm circa di spessore, in una pentola portate a bollore l’acqua con lo zafferano e tuffatevi le fette di sedano rapa cuocete per 10 minuti circa, scolatele e fatele raffreddare. Sfogliate il basilico, mettetelo nel frullatore aggiungete 80 g di olio evo e frullatelo ottenendo così dell’olio al basilico che userete per decorare il piatto.

    Fig. 1.1Fig. 1.2Fig. 1.3

    Lavate e mondate i pomodorini, tagliateli in quattro, scaldate 2 cucchiai di olio in una larga padella a fuoco medio, unite i capperi e le olive e fateli insaporire per qualche minuto quindi aggiungete i pomodorini tagliati e fate cuocere per 10 minuti, togliere dal fuoco e aggiungere il basilico a pezzetti. In una padella antiaderente scaldate l’olio di semi, passate i filetti di triglia leggermente nella farina quindi friggeteli facendoli dorare senza bruciare, scolateli e fateli asciugare su di uno strato di carta assorbente. In un piatto piano disponete al centro la fetta di sedano rapa cotto allo zafferano, disporre sopra i filetti di triglia e salsate tutto in torno con il guazzetto di pomodorini e olive verdi, terminate guarnendo con dei rametti di timo fritti e delle gocce di olio al basilico.

    Fig. 2.1Fig. 2.2Fig. 2.3

    Pubblicata il 26/05/2017

    Commenti

    Nessun commento

    Invia il tuo commento

    Per poter inserire un commento/articolo
    o segnalare alla redazione un abuso
    devi essere registrato

    Esegui il LOGIN o, se non l'hai ancora fatto, REGISTRATI