Cotto e mangiato
15.6.2012

NOCE DI COCCO

foto Getty
08:58 - La noce di cocco è il frutto della palma da cocco (Cocos nucifera), pianta diffusa in tutte le regioni tropicali.     
È una drupa ovale formata da una parte esterna liscia e verdastra di consistenza fibrosa e da un guscio legnoso, molto duro, di colore marrone scuro; la polpa è bianca e carnosa, molto saporita, grassa e croccante. 
 
Importata soprattutto da Costa d’Avorio e Sri Lanka, è disponibile tutto l’anno, sia acerba, con scorza verdastra, polpa sottile e gelatinosa e molta acqua (è venduta come bevanda), sia matura, in guscio o sgusciata. La noce di cocco è coltivata anche per l’utilizzo nell’industria dei cosmetici. 
 
La polpa della noce di cocco è indicata in caso di magrezza persistente, stitichezza e ritenzione di liquidi; è molto ricca di lipidi, in particolare quella secca, di conseguenza è controindicata in caso di obesità, ipercolesterolemia, ipertensione e problemi epatici. L’acqua di cocco, il liquido contenuto all’interno del frutto, è poco zuccherina ma ricca di sali minerali e vitamine, dunque deve essere consumata con moderazione in caso di diabete. L’acqua dei frutti maturi è dissetante, rinfrescante e leggermente lassativa. 
 
Come scegliere 
Le noci di cocco più grandi sono quelle di migliore qualità. 
Acerbe o mature, devono sembrare pesanti.
 
Cosa evitare
 
Frutti asciutti e fibrosi. 
Leggeri rispetto alle dimensioni. 
 
Come conservare 
 
La noce di cocco conservata in frigorifero si mantiene anche per 20 giorni. 
 
In cucina 
 
Per aprire una noce di cocco occorre prima forarne gli “occhi” con un punteruolo, per svuotarla dall’acqua, quindi avvolgerla con un canovaccio e colpirla più volte con un martello o un batticarne. La polpa si consuma fresca, oppure può essere essiccata per produrre la copra, da cui si estraggono grassi e oli molto usati nella cucina delle regioni d’origine della palma da cocco. Frullando o macinando la polpa con la sua acqua si ottiene il latte di cocco, un’altra importante base impiegata in cucina. 
 
Bene a sapersi 
 
Dalla scorza protettiva della noce di cocco sfibrata e intrecciata si ricava una fibra, detta coir, utilizzata per la produzione di stuoie, tappeti, zerbini e borse. 

NOCE DI COCCO

Parte adibite (%):52Sodio (mg):23
Acqua (g):50,9Potassio(mg):256
Proteine (g): 3,5Ferro (mg):1,7
Lipidi (g)35,0Calcio (mg):13
Colesterolo (mg)0Fosforo (mg):95
Carboidrati disponibili (g)9,4 Magnesio (mg):46
Amido (g)0 Zinco (mg):0,50
Zuccheri solubili (g)9,4 Rame (mg):0,32
Fibra totale (g)- Selenio (µg):0,8
Fibra insolubile (g) - Tiamina (mg):0,05
Fibra solubile (g)- Riboflavina (mg):0,02
Alcol (g)0 Niacina (mg):0,50
   Vitamina A retinolo eq. (µg):0
Energia (kcal)364 Vitamina C (mg):3
Energia (kJ)1524 Vitamina E (mg):-


 

OkNotizie
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile